NUOVO PROTOCOLLO, C'E' L'OK DEL CTS

Bologna Basket SPORT

Questo indipendentemente dallo stato vaccinale, e occorre un test con esito negativo 4 ore prima della gara.

Resta ancora da stabilire il tetto su cui il 35% verrà calcolato.

Il calcio ora si attesta su 25 atleti, che però potrebbero venire aumentati nelle prossime ore

Ieri è arrivato l’atteso ok del CTS, pertanto il nuovo Protocollo per gli sport di squadra ha il via libera ufficiale.

Sotto quella soglia di atleti positivi le ASL non possono intervenire, sopra il gruppo squadra viene bloccato in automatico. (Bologna Basket)

Se ne è parlato anche su altri media

Il documento stabilisce inoltre che i soggetti positivi debbano rimanere in isolamento, monitorati e controllati in base all’attuale normativa. (Fiorentina.it)

Al Torino serve una punta. Antonio Pigino è stato intervistato in esclusiva per TorinoGranata.it. Anche il Toro sull’attaccante del Benevento Lapadula, in rotta di collisione con i sanniti. (Torino Granata)

Dovesse arrivare in giornata, il nuovo protocollo sarebbe operativo già in questo weekend. Tamponi — Il nuovo protocollo prevede inoltre per la sorveglianza l’utilizzo dei tamponi antigenici e/o molecolari nel rispetto dei criteri già fissati sempre dal ministero della Salute. (La Gazzetta dello Sport)

Il Comitato tecnico scientifico ha dato il via libera al protocollo messo a punto nella riunione tra il Governo e le Regioni alla quale hanno partecipato anche i vertici del Coni e della Lega di Serie A. (TuttoCalcioPuglia.com)

Ecco le regole del nuovo protocollo della Serie A: stop a squadre con più del 35% dei giocatori positivi. Il protocollo si applica indipendentemente dallo stato vaccinale e bisogna comunque effettuare un test antigenico con esito negativo 4 ore prima della partita. (Pianeta Milan)

Tamponi per 5 giorni ai "contatti ad alto rischio". In presenza di un caso positivo all'interno del Gruppo Squadra, il positivo viene messo in isolamento, monitorato e controllato così come previsto dalla normativa sanitaria nazionale. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr