Il prezzo del diesel non smette di salire

Virgilio Motori ECONOMIA

In 24 ore la benzina ha visto un aumento di 7 centesimi sul costo del servito, ad oggi a quota 1,863 euro al litro; il prezzo medio del diesel servito è di 1,731 euro al litro.

Ma Roberto Cingolani, Ministro della Transizione Ecologica, ‘approfitta’ della situazione per eliminare del tutto il diesel, vorrebbe infatti introdurre una nuova tassa sulle vetture alimentate a gasolio.

Per quanto riguarda il diesel invece, sempre in modalità self, siamo arrivati al prezzo di 1,588 euro al litro. (Virgilio Motori)

Se ne è parlato anche su altre testate

Nel corso delle ultime settimane sono stati toccati dei record che non venivano registrati dal 2014 quando un litro di benzina costava in media 1,681 euro. Dopo il costante aumento del prezzo dei carburanti in molti si stanno chiedendo quali siano i motivi che hanno portato la benzina e il gasolio a costare così tanto. (Money.it)

Un intervento del Governo per sterilizzare gli aumenti, riducendo le accise, non è più rinviabile", denuncia Massimiliano Dona, presidente dell'Unione Nazionale Consumatori. Non si arresta la corsa dei rincari per i carburanti, che toccano record impensabili. (Auto.it)

Secondo quanto elaborato dal Quotidiano Energia, l prezzo medio in modalità self della benzina si attesta a 1,738 euro/litro, con picchi compresi tra 1,737 e 1,750 euro/litro. Ad esempio su alcune tratte emblematiche, come la Milano-Roma, il prezzo della benzina verde ha superato la soglia dei 2 euro al litro (servito) arrivando in alcuni casi anche a 2,1 euro al litro, praticamente il prezzo della 100 ottani fino a qualche mese fa. (Tom's Hardware Italia)

“Da inizio anno la benzina continua ad aumentare e costa oggi il 20,2% in più, mentre il gasolio è aumentato del +20,7%, con un rincaro di +14,6 euro a pieno per la benzina, +13,7 euro per il diesel – spiega l’associazione -. (lasiciliaweb | Notizie di Sicilia)

In percentuale, le variazioni sono state dell’1,2% per la benzina, dell’1,7% per il gasolio e del 4,4% per il Gpl. Per trovare livelli simili a quelli di questi giorni bisogna tornare indietro di parecchio tempo: sette anni (ottobre 2014) per la benzina, tre anni (ottobre 2018) per il gasolio e sette anni e otto mesi (febbraio 2014) per il Gpl (Quattroruote)

Così, eccoci al dunque: in Italia, rischio diesel più costoso per altre accise. Più tasse su un piatto della bilancia; non meno tasse sull’altro piatto. (ClubAlfa.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr