Per tagliare le code in frontiera

Per tagliare le code in frontiera
RSI.ch Informazione ESTERI

Da una parte l'obiettivo strutturale principale è il nuovo Park&Ride di Luino con circa 500 posti in fase di ultimazione, dall'altra la collaborazione con il Piano di mobilità aziendale e comprensoriale (PMC), progetto promosso dai Comuni di Gambarogno, Cadenazzo e S.

Per ulteriori informazioni www.smartborder.eu

Agevolare e promuovere il trasporto pubblico su ferro e gomma e diffondere la mobilità dolce come opportunità di miglioramento della qualità della vita: questo è ciò che si propone il progetto Interreg “Smart Border” che vede come capofila i Comuni di Gambarogno e Luino (Varese). (RSI.ch Informazione)

Ne parlano anche altri giornali

Si tratta, per così dire, di un’istantanea del momento e neanche così precisa come i tamponi naso-faringei. All’apparenza si tratta di un’altra tappa sulla via del monitoraggio semplificato dei contagi e della prevenzione contro la loro diffusione. (RSI.ch Informazione)

Più test. Il numero di test effettuati nella settimana in rassegna sono stati 273’526 (+8,7% rispetto alla settimana precedente), dei quali il 64,6% PCR e il 35,4% test antigenici rapidi. UR, GE , VD e TI cantoni con incidenza più alta. (Corriere del Ticino)

Secondo la tabella dell’UFSP, nel cantone italofono nella settimana in rassegna sono stati segnalati 167,9 nuovi casi su 100’000 abitanti. A prevalere con una quota del 96% sugli 8016 campioni analizzati continuano a essere le varianti, precisa l’UFSP. (Corriere del Ticino)

In Svizzera calano leggermente i contagi, ma il Ticino è il cantone con l'incidenza più alta

Esiste un legame fra casi di trombosi cerebrali e somministrazione del vaccino anti-Covid di AstraZeneca, ma si tratta di "effetti collaterali rari" e per questo i benefici del preparato superano i costi: è questa la valutazione dell'Agenzia europea del farmaco (EMA) che oggi (mercoledì) ha reso nota la propria valutazione del preparato anglo-svedese. (RSI.ch Informazione)

i vorranno almeno tre mesi prima di poter apprezzare i risultati del vaccino sull'infezione. «Ma se, per qualsiasi motivo, non fosse possibile somministrare la seconda dose di vaccino entro tre mesi, o addirittura questa venisse dimenticata, qualcuno dovrebbe assumersene la responsabilità (Ticinonline)

Secondo la tabella dell’UFSP, nel cantone italofono nella settimana in rassegna sono stati segnalati 167,9 nuovi casi su 100’000 abitanti. Più test. Il numero di test effettuati nella settimana in rassegna sono stati 273’526 (+8,7% rispetto alla settimana precedente), dei quali il 64,6% PCR e il 35,4% test antigenici rapidi. (Corriere del Ticino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr