Che cosa sono le Cdn e perché sono fondamentali per Internet

Che cosa sono le Cdn e perché sono fondamentali per Internet
La Repubblica ECONOMIA

Perché sono necessarie le Cdn. Le Cdn servono a risolvere un problema noto come latenza, quel ritardo che c’è tra quando richiediamo un contenuto online (per esempio, cliccando su una pagina Web) e il momento in cui quel contenuto ci appare davanti.

Dopo l’incidente avvenuto alla Cdn Fastly, è però più facile riconoscere l’importanza di queste reti.

Nel 2019 è emerso un attacco specifico, chiamato CpDos, che poteva obbligare la Cdn a non offrire il contenuto richiesto e a restituire una pagina di errore

Che cosa sono le Cdn. (La Repubblica)

Ne parlano anche altri media

Dopo essere stato a sua volta provocato, s'intende. Successivamente, alle 19.25 italiane, sono incominciate le operazioni per eliminare il bug che ha provocato tutto. (La Repubblica)

Un errore nei servizi di di configurazione di Fastly, società che gestisce grandi Content Delivery Network, ha causato un blackout di migliaia di siti e servizi, tra cui Amazon, Spotify e il Corriere della Sera. (ictBusiness)

IL PROBLEMA TECNICO DELLA COMPAGNIA FASTLY. La compagnia di Content Delivery Networks (Cdn) Fastly ha annunciato di aver risolto il problema tecnico che aveva reso irraggiungibili migliaia di siti internet in tutto il mondo. (Startmag Web magazine)

Internet, siti dei media in tilt in tutto il mondo, alla base del problema un disservizio del fornitore Fastly

Il blackout ha coinvolto così tante testate perché i servizi di Fastly sono particolarmente diffusi nell’industria dei media. Il blackout, allargato a tutto il mondo e non ristretto a una specifica rete di server, è durato circa un’ora. (L'agone)

Tra i clienti dell'azienda statunitense ci sono proprio le più ricche multinazionali e gli enti istituzionali delle grandi potenze mondiali La maggior parte dei più importanti siti al mondo risultava irraggiungibile con messaggi di errore come 503 Service Unavailable o I/O Error. (Leggo.it)

Inaccessibili da questa mattina i siti del New York Times, Guardian, Financial Times, the Spectator, e Cnn. Un problema ad un fornitore di servizi di cloud computing ha messo k.o. (RTL 102.5)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr