Luciana Littizzetto madre: “Il caffè con Maria De Filippi, la mia vita cambiò”

Gossip e Tv CULTURA E SPETTACOLO

Di recente, a Che Tempo Che Fa, Luciana ha detto che i suoi figli la chiamano ‘Lu’ e non mamma.

Quindici anni fa ‘Lucianina’ ha preso una decisione che le ha stravolto la vita: accogliere in famiglia Jordan e Vanessa, che all’epoca frequentavano rispettivamente la quarta elementare e la seconda media.

Dopo circa tre anni da quel “semino” gettato da Maria nel cuore e nella mente di Luciana, ecco che quest’ultima ha deciso. (Gossip e Tv)

La notizia riportata su altri media

Luciana Littizzetto ha in affido due figli, Vanessa e Jordan che quando lei li ha presi con sè avevano 12 e 9 anni. In effetti, non è facile per loro chiamarmi mamma, una mamma naturale ce l’hanno. (Baritalia News)

Alla fine a me è andata bene, perché i miei figli sono rimasti con me. Quando sono arrivati, Jordan e Vanessa volevano vedere solo “La sai l’ultima?”, oggi guardano le serie per i fatti loro (Tv Sorrisi e Canzoni)

Luciana Littizzetto nel libro ha spiegato come ha scelto di diventare madre affidataria e deve ringraziare soprattutto una persona, la conduttrice di Mediaset, Maria De Filippi. Me l’hanno spiegata così: ‘Questa parola mamma, per te così bella, per noi è una ferita, noi l’abbiamo sprecata’” (Formatonews)

Maria De Filippi e il rapporto speciale con Gabriele Costanzo. Maria De Filippi è sempre molto riservata sulla sua vita privata Non può non ricordare il consiglio che ha ricevuto da Maria De Filippi, decisivo per il suo futuro. (Lanostratv)

Luciana Littizzetto sembra aver fatto una mezza retromarcia. Va bene, va bene lo stesso”. (Gossip News)

Quello è stato il momento in cui Luciana Littizzetto ha pensato sul serio all'adozione. Le parole di Luciana Littizzetto. Come ha raccontato in una lunga intervista a Tv Sorrisi e Canzoni, anticipando dettagli presenti anche nella sua nuova pubblicazione edita da Mondadori, Luciana Littizzetto ha rivelato: "La scintilla è scoccata dopo una ‘defilippica'. (Tv Fanpage)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr