Donatella Rettore, la confessione intima: “La mia prima volta è stata una bella fatica

Donatella Rettore, la confessione intima: “La mia prima volta è stata una bella fatica
Il Fatto Quotidiano CULTURA E SPETTACOLO

La confessione che non ti aspetti da Donatella Rettore.

“La mia prima volta è avvenuta a diciannove anni ed è stata una bella fatica.

Ma si doveva fare, lui sarebbe poi partito e rimasto via a lungo”.

“Sono la Rettore, mi chiamano per fare casino, è sempre stato così alla gente piaccio perché dico quello che penso

E proprio parlando del suo rapporto con l’amore – e con il marito – si è lasciata andare a una rivelazione sulla sua prima volta, avvenuta quando aveva 19 anni. (Il Fatto Quotidiano)

Ne parlano anche altri media

“Camouflage”: i brani. Nel corso della round table Ditonellapiaga ha raccontato la genesi dei brani. “Essendo la mia opera prima, è una raccolta di canzoni nate come figlie uniche”, dichiara Margherita nel corso della round table. (Spettacolo Periodico Daily)

Questo è quello che ho voluto fare in quest’album». «Travestirmi pur restando me stessa, mimetizzarmi. (Il Manifesto)

Inoltre con il brano “Chimica”, Ditonellapiaga parteciperà alla 72° edizione del festival di Sanremo insieme a Donatella Rettore. Si chiama “Camouflage” ed è il primo disco dell’artista romana Margherita Carducci in arte “Ditonellapiaga”, prodotto da BMG Italy/Dischi Belli ed in uscita il 14 gennaio sulle piattaforme digitali e a febbraio in versione fisica. (UnfoldingRoma)

Ditonellapiaga: Camouflage e la Chimica con Donatella Rettore a Sanremo

L’irriverente cantante veneta ha parlato di un argomento che riguarda principalmente la sua vita privata. Donatella Rettore è una delle migliori cantanti della scena musicale italiana che ha cominciato a muovere i primi passi intorno alla prima metà agli anni Settanta e da quel momento non si è più fermata. (GameGurus)

A turbare i sogni dei paladini bigotti della pubblica morale dopo Drusilla Foer ci si mette anche lei, Margherita Carducci, 24 anni, romana, in gara tra i big a Sanremo come Ditonellapiaga, con un piccolo aiuto dalla Rettore: «Chimica», la sua canzone, è «un inno al sesso libero, alla possibilità di godere del proprio ed altrui corpo ed alla libertà di poterlo raccontare», anticipa lei. (ilmattino.it)

“Connessioni” è la fotografia di un momento in cui lei non ha voglia di sentire nessuno e di una relazione con una persona con cui non ha alcuna connessione, “Tutto ok” è “una montagna russa” di emozioni e “Altrove” è “una storia drammatica generazionale da film”: “Io e i miei coetanei viviamo con la sensazione di essere costretti a cercare continuamente la sicurezza, nella vita e nel lavoro. (Radio Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr