Insulti a Segre, la procura di Milano apre un fascicolo

Insulti a Segre, la procura di Milano apre un fascicolo
La Stampa INTERNO

Nel frattempo in suo sostegno si è espresso anche il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio: "Ho letto frasi vergognose contro Liliana Segre.

Per questo il pool Antiterrorismo diretto da Alberto Nobili ha aperto un fascicolo per minacce aggravate dalla discriminazione e dall’odio razziale e ha già delegato gli accertamenti alla polizia postale.

Insulti, minacce e attacchi deplorevoli da parte di alcuni vigliacchi nei confronti di una persona che dopo aver vissuto e superato il nazifascismo, oggi per tutti noi rappresenta un simbolo di memoria, verità e speranza"

In procura è già aperta anche un'altra indagine per molestie e minacce per gli insulti arrivati negli anni scorsi sui social network alla senatrice Segre. (La Stampa)

Su altre fonti

Grazie Liliana Segre, siamo tutti con lei” scrive su Facebook il segretario del Pd, Nicola Zingaretti Minacce, insulti, commenti irripetibili sono stati indirizzati via social, ancora una volta, alla senatrice a vita Liliana Segre, che ieri si è vaccinata al Fatebenefratelli di Milano (Il Fatto Quotidiano)

Liliana Segre, il vaccino. E sul vaccino, la senatrice a vita ha aggiunto: «Sono contenta di averlo fatto perché è normale che in tempo di pandemia uno cerchi di curarsi Liliana Segre commenta gli insulti dopo aver ricevuto il vaccino anti-Covid e intanto uno degli haters si scusa pubblicamente. (Leggo.it)

cronaca. La Polizia Postale al lavoro per identificare gli autori degli insulti contro la senatrice a vita nel primo giorno della campagna vaccinale per gli over 80. di Redazione Online. Il pool antiterrorismo della Procura di Milano sta indagando per identificare gli autori delle minacce e degli insulti antisemiti scritti sui social contro Liliana Segre dopo che ieri erano state postate le foto della senatrice a vita vaccinata nel primo giorno della campagna lombarda per gli over 80. (TG La7)

Insulti e minacce a Liliana Segre per il vaccino: aperta inchiesta per odio razziale

La Polizia Postale ha aperto un’inchiesta. Ieri vi abbiamo raccontato di come gli hater hanno attaccato in maniera ignobile Liliana Segre dopo l’annuncio dell’avvenuta vaccinazione. (neXt Quotidiano)

Già in passato la senatrice a vita era stata oggetto di minacce online ed era stata aperta un'inchiesta. La Procura di Milano ha aperto un fascicolo per il reato di minacce aggravate dalla discriminazione e dall'odio razziale per il caso degli insulti e delle minacce rivolte alla senatrice a vita Liliana Segre (Fanpage.it)

Tra i personaggi di spicco che sono scesi in campo al suo fianco c'è anche Marchisio, non nuovo a battaglie di questo tipo Dopo la bufera sui social che ha colpito Liliana Segre, ci pensa Claudio Marchisio a difendere la senatrice a vita da calunniatori e leoni da tastiera. (Tuttosport)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr