Donna muore al Cardarelli, i parenti aggrediscono medici e infermieri

Nurse24 SALUTE

Otto le persone denunciate: appresa la morte di una loro famigliare ricoverata, hanno fatto irruzione nel reparto di medicina d’urgenza dell’ospedale, insultando, minacciando e spintonando infermieri e medici.

Non prima, però, di avere identificato e denunciato per interruzione di pubblico servizio, minacce e danneggiamenti gli otto famigliari della vittima

Donna muore al Cardarelli, i parenti aggrediscono medici e infermieri. (Nurse24)

Ne parlano anche altri media

Momenti di altissima tensione nei quali i familiari e gli amici del paziente deceduto hanno distrutto il vetro della porta di accesso al Padiglione. Nuova tensione e violenza questa notte all’ospedale Cardarelli di Napoli. (Tvcity)

“La situazione sta degenerando ed è per questo che continuiamo chiedere presidi fissi di forze dell’ordine nelle strutture ospedaliere ma questo non può bastare. Dall'inizio 2020 ad oggi abbiamo censito solo in Campania oltre 30 assalti di varia natura agli ospedali con danni e violenza verso il personale sanitario e i presenti. (Ottopagine)

Due episodi di violenza hanno scosso nelle ultime 24 ore l’attività di assistenza ai pazienti portata avanti dal personale dell’ospedale Antonio Cardarelli di Napoli. “Fatti gravissimi e ingiustificabili – commenta il direttore generale del Cardarelli Giuseppe Longo – saremo inflessibili nel denunciare chi mette a rischio l’incolumità dei medici e la vita dei pazienti (Cronache della Campania)

I poliziotti, giunti sul posto, hanno trovato diverse persone che stavano dando in escandescenze poiché avevano appreso la notizia della perdita di un familiare e hanno bloccato uno di essi che aveva appena infranto uno dei vetri della porta di ingresso del pronto soccorso. (Il Gazzettino Vesuviano)

Stanotte gli agenti del Commissariato Arenella, su disposizione della Centrale Operativa, sono intervenuti in via Antonio Cardarelli per la segnalazione di un danneggiamento presso l’Ospedale Cardarelli. (laProvinciaOnline.info)

Stavolta il personale della sicurezza ha chiesto subito la presenza delle forze dell’ordine cosi’ da poter comunicare in sicurezza la notizia del decesso. “Fatti gravissimi e ingiustificabili – sottolinea il direttore generale del Cardarelli, Giuseppe Longo – saremo inflessibili nel denunciare chi mette a rischio l’incolumita’ dei medici e la vita dei pazienti. (Il Fatto Vesuviano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr