Comitiva di un centinaio di persone in ospedale dopo soggiorno a Bormio

Comitiva di un centinaio di persone in ospedale dopo soggiorno a Bormio
QUOTIDIANO NAZIONALE INTERNO

Forse la causa degli improvvisi malori può essere legata a un forte sbalzo termico dopo violenti temporali nella zona"

Bormio (Sondrio), 5 agosto 2022 - Un centinaio di persone provenienti da Brescia sono finite al pronto soccorso dopo un soggiorno a Bormio .

L'Ats della Montagna e quella di Brescia, che si sono subito attivate, hanno escluso l'intossicazione la legionella e l'intossicazione alimentare o un'epidemia di Covid. (QUOTIDIANO NAZIONALE)

Su altri giornali

I ragazzi sono stati anche sottoposti al tampone, ma sono risultati tutti quanti negativi al Covid. Ipotesi legionella. I ragazzi sono stati poi portati al Pronto soccorso degli Spedali Civili di Brescia, dove è stato prescritto a tutti quanti un antibiotico ipotizzando che avessero contratto la legionella (Prima Brescia)

L'Ats della Montagna, che si è subito attivata, ha escluso l'intossicazione alimentare, dal momento che i pasti erano cucinati dalle mamme dei ragazzi, che si occupavano anche della spesa. Forse la causa degli improvvisi malori può essere legata a un forte sbalzo termico dopo violenti temporali nella zona" (La Sicilia)

Forse la causa degli improvvisi malori può essere legata a un forte sbalzo termico dopo violenti temporali nella zona" A tutti è stato somministrato un antibiotico, col timore che si trattasse legionella. (La Repubblica)

Vacanza da incubo a Bormio

Un albergo isolato che ha visto giovani e adulti fare solo una gita in un rifugio a 3 mila metri. I sintomi hanno costretto i ragazzi a recarsi al pronto soccorso degli Spedali civili di Brescia una volta tornati a casa. (ilGiornale.it)

Restano quindi ancora un mistero le cause del malessere di questi ragazzi al campo estivo Cronaca. Campo estivo: cento ragazzi finiscono in ospedale. di Redazione. 6 Agosto 2022. Campo estivo: cento ragazzi finiscono in ospedale. (il Caudino)

L'Ats della Montagna, che si è subito attivata, ha escluso l'intossicazione alimentare, dal momento che i pasti erano cucinati dalle mamme dei ragazzi, che si occupavano anche della spesa. Per tutti un antibiotico, poiché il timore era che si trattasse di legionella, i tamponi Covid sono risultati negativi. (L'Unione Sarda.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr