VIESTE - Al via le vaccinazioni per pazienti "fragili", in campo i medici di famiglia

VIESTE - Al via le vaccinazioni per pazienti fragili, in campo i medici di famiglia
Garganotv SALUTE

Inoltre, come già avvenuto per la campagna vaccinale antinfluenzale, anche per questa campagna i “nonni vigili” non si sono risparmiati e non ci faranno mancare il loro indispensabile aiuto

Abbiamo pensato di usare i locali della biblioteca comunale, purtroppo chiusa a causa della pandemia.

Il nostro studio, lo studio associato “D’errico, Giuffreda, Lapomarda”, ha deciso di eseguire le vaccinazioni in una sede dedicata per evitare di interferire con l’abituale attività ambulatoriale e soprattutto per contrastare gli assembramenti. (Garganotv)

Su altri media

Ci auguriamo che la permanenza della dottoressa, estremamente gentile e disponibile, possa costituire un’esperienza arricchente per la sua carriera lavorativa”. “Nel contempo ringraziamo ancora il dottor Molinari per il prezioso servizio svolto in tanti anni a favore della nostra comunità” (piacenzasera.it)

Intanto il governo ha bocciato le norme volute dal governatore De Luca sulla scuola decretando che anche nelle regioni "rosse" si deve tornare in classe in presenza fino alla prima media In senso negativo vanno, ancora una volta, interpretati i dati della situazione epidemiologica: il tasso di incidenza risulta stabilmente elevato e non permette di abbassare la guardia. (CalcioNapoli24)

Sull’ipotesi di far somministrare vaccini a dentisti e farmacisti ribadisce la posizione dell’ordine: “Ognuno con la propria competenza deve combattere questa pandemia. Arriva dritto al punto il vicepresidente dell’Ordine dei Medici di Lecce, il dottor Gino Peccarisi. (TeleRama News)

Vaccino anti Covid: 15.418 hanno ricevuto la seconda dose. I dati della Asl e le novità per gli ultra 80enni

E per ottenere questo risultato serve la massima collaborazione di tutti. (Toscana Notizie)

Novità per le vaccinazioni agli over 80. I medici di medicina generale potranno contare sulla collaborazione delle Asl per vaccinare gli ultraottantenni a domicilio o presso strutture con personale di supporto, messe a disposizione dalle stesse aziende sanitarie, con l’unico comune obiettivo di immunizzare tutti i circa 320mila ultra anziani toscani, entro la metà di maggio. (LuccaInDiretta)

Prima dose. Come detto sono poco meno di 40mila gli aretini a cui è stata inniettata la prima tranche di vaccino. A darne comunicazione è la Asl Toscana sud est nel bollettino settimanale riguardante l'andamento della campagna vaccinale nel territorio di propria competenza. (ArezzoNotizie)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr