Suicidio assistito, la lunga battaglia di Mario: "Adesso mi sento più leggero e libero di scegliere"

Suicidio assistito, la lunga battaglia di Mario: Adesso mi sento più leggero e libero di scegliere
Rai News INTERNO

Ora procediamo con indicazioni sull'autosomministrazione del farmaco" per il suicidio assistito

Primo malato ad aver ottenuto il via libera al suicidio assistito in Italia Suicidio assistito, la lunga battaglia di Mario: "Adesso mi sento più leggero e libero di scegliere" L'uomo, 43enne, gravemente paralizzato da 11 anni era in attesa del parere favorevole del Comitato Etico dell'azienda sanitaria locale. (Rai News)

Se ne è parlato anche su altre testate

Mi sono anche sentita colpevole perché non l'ho sostenuto abbastanza nella sua battaglia per il fine vita» «I medici italiani devono formarsi su come dare il giusto aiuto al suicidio; in Italia non abbiamo persone formate come in Svizzera, Olanda, Belgio e negli Stati Uniti, dove da anni esistono leggi sul fine vita». (La Stampa)

La storia. Mario, questo il nome di fantasia usato per il 43enne marchigiano, è paralizzato dalle spalle ai piedi da 11 anni a causa di un incidente stradale. Ha dichiarato Furio Honsell sul via libera da parte della Asl delle Marche al suicidio assistito per un malato tetraplegico. (Udine Today)

Secondo l'assessore ci sono delle "questioni tecniche da sciogliere" che fanno sì che la Regione Marche (e quindi l'Asur, Azienda Sanitaria Unica Regionale) non possa intervenire nel caso di Mario, il tetraplegico che ha chiesto accesso al suicidio assistito. (Il Resto del Carlino)

Suicidio assistito, la condanna del Vaticano: ogni vita ha valore per gli altri e va difesa fino alla fine

Cauta perché si fermò a una illegittimità costituzionale parziale, per di più assoggettata a condizioni stringenti, dell’art. Fu una pronuncia cauta per un verso, e per l’altro dirompente. (Il Manifesto)

Per dare massimo risalto ai bandi relativi agli incentivi già esistenti e fornire degli spunti per poter accedere ai finanziamenti disponibili, il Comune assieme ad Afol metropolitana organizza il workshop “Opportunità per le aziende per re-agire”. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

Ma un compito cioè potrebbe più adeguatamente essere svolto da un comitato tecnico (medico-legale) che verifichi la sussistenza delle condizioni prescritte. APPROFONDIMENTI IL FOCUS Suicidio assistito, ecco cosa dice la sentenza della Consulta FINE VITA Suicidio assistito, da Welby a Eluana fino a dj Fabo: tutti i. (Il Messaggero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr