In Australia si amplia l'indagine su Djokovic

In Australia si amplia l'indagine su Djokovic
Ticinonline SPORT

Se in un primo momento il focus era unicamente incentrato sulla vicenda sportiva (giocherà o meno), ora, dopo le ammissioni dello stesso Nole - errori anche importanti su regole Covid e modulo d'ingresso in Australia - la situazione sta prendendo una brutta piega.

Sulla base del "Crime Act", la massima pena prevista per una dichiarazione falsa sul test Covid è di cinque anni di carcere.

Nole è tornato a parlare in attesa del verdetto: «Intervista da positivo?

SPORT: Risultati e classifiche. (Ticinonline)

Se ne è parlato anche su altri media

Se il serbo si ritira, o viene forzatamente respinto la testa di serie n. 5 (Andrey Rublev) prenderà il suo post. Potrebbe ancora essere espulso dal governo federale per aver violato le regole di ingresso, o essere autorizzato a rimanere nel paese e giocare per il suo decimo titolo. (Redazione Sport Italia News)

Detto questo secondo la sindaca se l’Australia deciderà di cacciare il tennista “farà benissimo” Eppure, riprende Sgarbi: “Djokovic va in Australia e gli tolgono il visto, va in tribunale e gli danno ragione. (il Dolomiti)

Djokovic, in attesa che il ministro dell’Immigrazione australiano Alex Hawke si pronunci definitivamente sulla vicenda, è stato inserito nel tabellone maschile dell’Australian Open e dovrebbe disputare almeno il primo turno. (LaPresse)

Navratilova: "Non posso difendere la scelta di Novak Djokovic"

In attesa di certezze, torniamo sull’affare Djokovic, attualmente in Australia in attesa di segnali dal governo aussie riguardo la sua possibilità o meno di giocare gli Open. Il prossimo passo del governo australiano non potrà essere ancora “falso” (Sport24h)

L’ultima parola spetta ad Alex Hawke, ministro dell’Immigrazione, la cui decisione dovrebbe essere annunciata nelle prossime ore Nel mondo dello sport, e non solo, continua a tenere banco la situazione di Novak Djokovic. (Come Don Chisciotte)

Lo ammiro tantissimo, ma non posso difendere la sua scelta di non vaccinarsi” – ha aggiunto la 18 volte campionessa Slam Il caso Novak Djokovic non è ancora giunto alla sua conclusione. (Tennis World Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr