Locatelli: "No vaccino a giovani? Sono morti 27 bambini"

Locatelli: No vaccino a giovani? Sono morti 27 bambini
Adnkronos SALUTE

Nella fascia 0-18 anni sono morti 27 bambini, ci sono stati oltre 300 ricoveri

"Nella fascia 0-18 anni sono morti 27 bambini, ci sono stati oltre 300 ricoveri.

L'attenzione si sposta sui giovani: "Bisogna fare informazione e educazione, in particolare bisogna parlare con i giovani.

Il professor Franco Locatelli, coordinatore del Cts, a In Onda risponde così alla domanda sulle affermazioni di alcuni politici, secondo cui il vaccino contro il covid per i giovani non è necessario. (Adnkronos)

Ne parlano anche altre fonti

e Locatelli spiega che “due dosi offrono una protezione superiore al 97% dalle forme gravi di malattia. E’ fondamentale vaccinare per favorire la socializzazione dei ragazzi, la loro presenza a scuola e per ridurre la circolazione virale (Tecnica della Scuola)

Anche l'organizzazione di Confindustria si è espressa riguardo la questione del green pass, centro del dibattito politico delle ultime settimane connesso anche alla nuova risalita dei contagi. Le dichiarazioni riguardano una lettera del direttore generale di Confindustria Francesca Mariotti. (Sputnik Italia)

Nei giorni scorsi avrebbe accusato sintomi riconducibili a quelli del Covid che avrebbero spinto la donna a sottoporsi ad un tampone che ne avrebbe accertato la positività Sarebbe, infatti, risultata positiva, nonostante la doppia dose di vaccino, una insegnante di circa 40 anni. (CasertaCE)

Confindustria: green pass per accedere ai luoghi di lavoro

Il 5 per cento dei posti di terapia intensiva occupati da una parte e il 10 per cento dei ricoveri nei reparti non intensivi dall’altra sono. Nelle Marche vorrebbe dire che i due casi di ricoveri in terapia intensiva di oggi dovrebbero trasformarsi in 10 casi totali. (il Resto del Carlino)

Libero dunque chi preferisce stare a casa propria senza vaccinarsi, ma non di mettere a rischio la salute dei compagni di lavoro" In mancanza del Green pass richiesto, "il datore dovrebbe poter non ammettere il soggetto al lavoro, con sospensione della retribuzione in caso di allontanamento dell’azienda". (QUOTIDIANO NAZIONALE)

La posizione assunta da Confindustria è che l'esibizione di un certificato verde valido dovrebbe rientrare tra gli obblighi di diligenza, correttezza e buona fede su cui si fonda il rapporto di lavoro. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr