Il Governo si occuperà dello scioglimento delle forze neofasciste

Il Governo si occuperà dello scioglimento delle forze neofasciste
Today.it INTERNO

Tuttavia nei casi straordinari di necessità e urgenza, il Governo, può adottare il provvedimento di scioglimento e di confisca dei beni mediante decreto legge

"Ho fatto presente al presidente Draghi che sabato nel corso della nostra manifestazione avanzeremo la richiesta di scioglimento delle forze che si richiamano al fascismo, come prevede la Costituzione" ha detto Landini.

La prima è quella del Partito Democratico che chiede al Governo di sciogliere "l'organizzazione neofascista Forza Nuova e le altre formazioni che si richiamano al fascismo" e si augura che tutte le forze politiche "autenticamente democratiche la sottoscrivano". (Today.it)

Ne parlano anche altre testate

Il fondamento costituzionale. Il divieto di riorganizzazione del partito fascista, sotto qualsiasi forma è sancito dalla XII disposizione transitoria e finale della Costituzione. Quali sono i casi di “riorganizzazione del partito fascista”? (Altalex)

Così Mario Draghi affida ad un diplomatico “stiamo valutando” la decisione sullo scioglimento di Forza Nuova in quanto forza politica di chiara matrice fascista (legge Scelba). “Forza nuova è fascista”. (Tiscali Notizie)

È per queste ragioni che nel 1991 Pisanò poté chiamare la propria creatura "Fascismo e libertà". Ma in tutti questi casi i governi si sono mossi dopo che i tribunali hanno riconosciuto la natura illecita di quei movimenti (LiberoQuotidiano.it)

Scioglimento di gruppi fascisti: le leggi in vigore

La Carta, o meglio la sua XII disposizione transitoria, vieta la riorganizzazione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista. La seconda, quasi 20 anni dopo, la legge Mancino del 1993: la norma completa il quadro delle norme che puniscono le condotte riconducibili al fascismo e al razzismo. (Il Sole 24 ORE)

E ci si richiama alla Costituzione che vieta la formazione del partito fascista, e alla legge Scelba, del 1952, che in attuazione della Costituzione decretò il reato di apologia di fascismo. Avrete letto qualche volta su questo giornale che noi del Riformista siamo sempre stati per l’abolizione di quella legge, come di tutti i reati di opinione. (Il Riformista)

Il fondamento costituzionale. Il divieto di riorganizzazione del partito fascista, sotto qualsiasi forma è sancito dalla XII disposizione transitoria e finale della Costituzione. 1, Sentenza n. 25184 del 04/03/2009), o di sventolare durante l’evento calcistico un drappo tricolore recante nella parte bianca l'emblema del fascio littorio,(Cass (Altalex)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr