Agevolazioni prima casa e comunione dei beni, i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate

Agevolazioni prima casa e comunione dei beni, i chiarimenti dell'Agenzia delle Entrate
idealista.it/news ESTERI

Nel caso esaminato dall'Agenzia delle Entrate, l'istante è già proprietario, in regime di comunione legale, di una casa di abitazione per la quale il coniuge, seppur relativamente alla sua quota, ha fruito dell'agevolazione prima casa.

Questo vuol dire che, l'acquisto agevolato effettuato da uno dei coniugi in regime di comunione legale dei beni comporta l'esclusione dall'agevolazione per entrambi i coniugi per i successivi acquisti. (idealista.it/news)

Su altre testate

Mutuo prima casa: che cos’è? Nel caso in cui la coppia di coniugi sia straniera, per accedere al mutuo prima casa è necessario allegare il certificato di matrimonio agli uffici pubblici italiani. (Centro Meteo italiano)

individua determinati beni e diritti per i quali opera una presunzione di appartenenza all'attivo ereditario, tra i quali al comma 1, lett b, del c.c.);. i proventi dell'attività separata di ciascuno dei coniugi se, allo scioglimento della comunione, non siano stati consumati (articolo 177, lett. (Fiscal Focus)

Agevolazione prima casa, il fatto. . Agevolazione prima casa, come mantenerla. Chi acquista la prima casa usufruendo delle imposte di registro, ipotecaria e catastale in misura ridotta e, in un momento successivo, emigra all’estero e vi trasferisce la residenza, non perde le agevolazioni. (Edilportale.com)

Conti intestati al de cuius e comunione di beni

Ma entriamo più nel dettaglio e vediamo di cosa si tratta. Mutuo prima casa. Si tratta di un mutuo ipotecario rivolto a coloro i quali acquistano casa per la prima volta adibendola a prima abitazione. Secondo quanto precisato, qualora il soggetto, trovandosi in comunione dei beni, risulti già proprietario di una casa per cui il coniuge abbia richiesto - anche per la solo quota di spettanza del 50% - l'agevolazione prima casa, non potrà richiedere la medesima abitazione. (ilGiornale.it)

Mutuo abitazione principale, interessi detraibili anche in caso di cambio di residenza per motivi di lavoro. Per una panoramica completa sul tema, poi, bisogna considerare che ci sono, poi, casi particolari in cui il cambio di residenza non fa perdere il diritto a beneficiare della detrazione degli interessi passivi neanche dal periodo d’imposta successivo al trasferimento. (Informazione Fiscale)

Attenzione va quindi prestata al fatto che i suddetti beni si considerano, quindi, oggetto della comunione solo se non consumati al momento dello scioglimento di questa. Con la risposta 398 del 1 agosto 2022 l'Agenzia delle Entrate è tornata sul tema della successione dei conti correnti intestati unicamente al de cuius nel caso in cui tra i coniugi viga il regime di comunione legale dei beni. (Fiscoetasse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr