Industria del tessile, della moda e degli accessori: in arrivo contributi a fondo perduto

Ipsoa ECONOMIA

Il Ministero dello Sviluppo Economico con un comunicato stampa informa che ha pubblicato il decreto del Ministro Giorgetti che istituisce contributi a fondo perduto a sostegno di investimenti nel design, nell’innovazione e nella valorizzazione dei prodotti del made in Italy nel settore dell’industria del tessile, della moda e degli accessori.

L’incentivo non mira esclusivamente a supportare gli investimenti delle imprese nel design e nella tutela dei brevetti, ma anche ad incentivare la formazione dei lavoratori. (Ipsoa)

Ne parlano anche altri media

E’ questo l’obiettivo del decereto del ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti che è stato appena pubblicato e che stanzia 5 milioni di euro per favorire progetti d’investimento da realizzare dalle imprese del settore negli stabilimenti presenti sul territorio nazionale. (CorCom)

Per l'incentivo sono stanziati 5 milioni di euro, al fine di favorire progetti d'investimento da realizzare dalle imprese del settore negli stabilimenti presenti sul territorio nazionale. (Notizie - MSN Italia)

I termini e le modalità di presentazione delle domande di agevolazione verranno definite a breve con un provvedimento ministeriale L`incentivo mira, inoltre, a supportare gli investimenti delle imprese nel design e nella tutela dei brevetti, ma anche nella formazione dei lavoratori. (Il Diario del Lavoro)

L'incentivo mira, inoltre, a supportare gli investimenti delle imprese nel design e nella tutela dei brevetti, ma anche nella formazione dei lavoratori. Il contributo a fondo perduto verrà concesso alle imprese beneficiarie nella misura del 50% delle spese sostenute e ammissibili, che dovranno essere complessivamente non inferiori 50 mila euro e non superiori a 200 mila euro. (Italia Oggi)

Per l’incentivo sono stanziati 5 milioni di euro e, in particolare, potranno essere agevolati i progetti che favoriscono l’innovazione dei processi produttivi attraverso l’acquisto e l’installazione di nuovi macchinari, programmi informatici e licenze software, nonché la creazione e l’utilizzo di tessuti innovativi derivanti anche da fonti rinnovabili e dal riciclo di materiali usati. (Sardegnagol - la testata delle politiche giovanili in Sardegna)

Lo rende noto il Mise in una nota nella quale indica che per l’incentivo sono stanziati 5 milioni di euro, al fine di favorire progetti d’investimento da realizzare dalle imprese del settore negli stabilimenti presenti sul territorio nazionale. (Cronachedi.it - Il quotidiano online di informazione indipendente)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr