La mancanza di chip costa 210 miliardi di ricavi alle auto

Notizie - MSN Italia ECONOMIA

Lo scrive AlixPartners, società di consulenza globale, che ha pubblicato oggi la sua ultima previsione sul settore.

Ora ci vuole un record di 21 settimane per soddisfare gli ordini di chip e i dirigenti del settore auto dicono che la situazione potrebbe durare anni.

Milano Finanza. La carenza di semiconduttori rischia di costare all'industria automobilistica mondiale 210 miliardi di dollari di ricavi quest'anno. (Notizie - MSN Italia)

Su altri media

Pessimismo progressivo — La crisi non è limitata agli Stati Uniti, perché praticamente ogni casa automobilistica da Berlino a Pechino è stata colpita. Solo nel maggio scorso la stessa AlixPartners aveva indicato una perdita preventivabile in 110 miliardi di dollari, 93,7 miliardi di euro, causata dalla mancata produzione di 3,9 milioni di veicoli. (La Gazzetta dello Sport)

Davide Mele, ha commentato la vicenda in occasione di un convegno affermando, secondo quanto riportano le agenzie di stampa che “nessuna soluzione immediata per la crisi dei chip” è attualmente prevedibile. (Carblogitalia)

Carenza chip: bloccata produzione auto. I produttori di auto già da tempo avvertono questo problema e negli ultimi tempi sono estremamente preoccupati per i guadagni del terzo trimestre. Inoltre, alcuni concessionari stanno ricorrendo al noleggio per mettere in esposizione un numero sufficiente di veicoli, vista la scarsità produttiva. (Investire.biz)

La crisi dei chip causerà perdite enormi per il settore automotive nel 2021. Secondo gli analisti, il settore automotive farà registrare una perdita di 210 miliardi di dollari di fatturato ai produttori su scala globale nel corso del 2021. (Tech Princess)

Leggi anche – Vendite Auto, calo a luglio: in crescita ibride ed elettriche, i dati. Crisi dei microchip, prodotte 7.7 milioni di auto in meno. Tra le cause anche la crescita esponenziale della domanda di veicoli elettrici e le crisi geopolitiche oppure causate da disastri naturali. (AutoMotoriNews)

«Inoltre, i chip sono solo una delle tante interruzioni straordinarie che il settore sta affrontando, tra cui la carenza di resina, acciaio e manodopera. La previsione della società di consulenza globale AlixPartners, è in netto aumento rispetto alle ultime stime di maggio ($110 mld). (Yahoo Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr