Borsa: Europa debole attende Usa, Milano la peggiore (-1,6%)

Tiscali Notizie ECONOMIA

Giù anche Tim (-2,3% a 0,21 euro), in tenuta Recordati che sale di un punto percentuale

Dopo una partenza piatta, il gas cresce del 3% a 248 euro al Megawattora, mentre l'euro sta scendendo di nuovo verso la parità contro il dollaro, a una quota di 1,006.

In questo quadro in Piazza Affari i cali sono guidati dai titoli bancari, con Bper, Mediobanca, Banco Bpm e Unicredit che cedono tre punti percentuali. (Tiscali Notizie)

La notizia riportata su altre testate

Pochi i rialzi limitati a Snam (+0,63%), Italgas (+0,54%), Eni (+0,5%), che gira in positivo, Inwit (+0,45%) ed Hera (+0,15%). Frenano in particolare Saipem (-4,45%), Unicredit (-3,5%), Stellantis (-3,45%), Bper (-3,3%), Moncler (-3,2%), Intesa (-2,72%), Banco Bpm (-3,2%), Tim (-3,1%), Intesa (-3%) e Bper (-2,9%). (La Sicilia)

Cali superiori al 3% per Banco Bpm, Bper, Unicredit e Intesa. In controtendenza qualche farmaceutico (Recordati +1,6% e Diasorin +0,9%), le utilities Snam (+1,3%), Italgas (+1%) e Terna (+1,1%) e, infine l'Eni (+1,6%), premiata per la scoperta di un maxi-giacimento di gas al largo di Cipro (Tiscali Notizie)

Frenano in particolare Saipem (-4,45%), Unicredit (-3,5%), Stellantis (-3,45%), Bper (-3,3%), Moncler (-3,2%), Intesa (-2,72%), Banco Bpm (-3,2%), Tim (-3,1%), Intesa (-3%) e Bper (-2,9%). Tra i titoli a minor capitalizzazione si segnala il calo di Safilo (-2,45%) e Tiscali (-2,9%) (Tiscali Notizie)

Piazza Affari gira in rialzo (+0,26%) dopo un avvio in calo mentre le Borse europee restano in tensione per la corsa del prezzo del gas che alimenta il rischio di una recessione del Vecchio Continente. (La Sicilia)

Il periodo si è chiuso con un risultato netto negativo di 221,1 milioni di euro, essenzialmente riconducibile alla registrazione nel secondo trimestre di significativi elementi non ricorrenti per complessivi 205,0 milioni di euro. (Teleborsa)

Questo mette in primo piano il simposio di Jackson Hole della prossima settimana per capire fino a che punto la Fed intende spingersi nell'inasprimento della politica monetaria La lettura suggerisce che la dovrà aggiungere un altro aumento dei tassi di mezzo punto a settembre, oltre a quello di luglio, aggravando il rischio di recessione. (Investing.com Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr