Funivia Mottarone, forchettoni sulla cabina anche il 28 febbraio: il video esclusivo di Fanpage.it

Funivia Mottarone, forchettoni sulla cabina anche il 28 febbraio: il video esclusivo di Fanpage.it
Fanpage.it INTERNO

I forchettoni per impedire l'attivazione del freno di emergenza sulla cabina numero 3 della funivia del Mottarone erano probabilmente inseriti già nel febbraio del 2021.

Nei filmati di quell'anno erano evidenti i forchettoni rossi inseriti su una cabina nonostante la funivia fosse reduce da una ristrutturazione completa.

Un turista aveva ripreso l'impianto del Mottarone già nel 2014, nel 2016 e nel 2018. (Fanpage.it)

Ne parlano anche altre fonti

Strage in funivia, quel (terribile) sospetto sulla cacciata della gip: il solito vizio italiano? La decisione del presidente del Tribunale potrebbe anche essere annullata. (Liberoquotidiano.it)

Il piccolo Eitan, unico sopravvissuto dell'incidente della funivia del Mottarone, ha lasciato l'ospedale Santa Margherita di Torino per la casa della zia. Il bimbo, lo ricordiamo, ha da poco saputo del tragico destino della sua famiglia. (Ticinonline)

Le condizioni del piccolo sono molto migliorate, e la prognosi è di 60 giorni. Il piccolo è tornato in ambulanza a casa, a Pavia, accompagnato dalla zia. (La Stampa)

"Novara 1565, misteri fantasmi e templari - Jolanda Filiberta di Challant": a Novara la presentazione del libro di Maria Rosa Marsilio

(LE INDAGINI -L'INCIDENTE DEL 23 MAGGIO - LE - LE VITTIME). Proseguirà il percorso terapeutico dal punto di vista psicologico ed effettuerà future visite di controllo. È arrivato in ambulanza intorno alle 10 a casa degli zii nel Pavese, Eitan, il bimbo di cinque anni che è l'unico sopravvissuto alla tragedia del Mottarone e che dal momento della tragedia (hanno perso la vita 14 persone) era ricoverato all'ospedale Regina Margherita di Torino. (Sky Tg24 )

APPROFONDIMENTI ITALIA Incidente funivia Mottarone: le vittime L'INCIDENTE Mottarone, l'audio della prima telefonata ai carabinieri:. Eitan è stato dimesso questa mattina dal reparto Isola di Margherita dell'ospedale Regina Margherita. (ilgazzettino.it)

"Questo lavoro è un compendio, che racchiude le ricerche storiche da me condotte per la realizzazione degli incontri teatralizzati offerti alla città di Novara - ha commentato l'autrice Maria Rosa Marsilio -. (NovaraToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr