Rapimento Eitan, gli zii Or Nirko e Aya: "Andremo in Israele e speriamo di riportarlo a casa"

Rapimento Eitan, gli zii Or Nirko e Aya: Andremo in Israele e speriamo di riportarlo a casa
Il Quotidiano Italiano - Nazionale INTERNO

Non posso prevedere il futuro, speriamo, la strada per riportarlo a casa ancora lunga.

Or Nirko e Aya, che è stata nominata dal tribunale tutrice di Eitan, andranno lì.

Gli zii paterni Aya Biran e Or Nirko sono riusciti a parlare con il loro nipotino Eitan, l’unico sopravvissuto alla strage del Mottarone.

Spero che l’affidamento del bambino lo decida il Tribunale italiano e non quello israeliano, il centro della sua vita è in Italia” ha detto lo zio

Secondo quanto dichiarato dallo zio, sarebbe stato possibile avere un piccolo colloquio con il bambino, portato in Israele dal nonno materno. (Il Quotidiano Italiano - Nazionale)

Se ne è parlato anche su altri media

“Tornare con Eitan in? “Le nostre bimbe – ha aggiunto – tutti i giorni si svegliano e lui non c’è”. (L'Occhio)

Nel frattempo i tutori del bimbo preparano le loro mosse legali contro i nonni materni in Israele. C’è stato un contatto telefonico tra il piccolo Eitan e gli zii paterni Aya Biran e Or Nirko. (L'Occhio)

Ci sono stati tanti complici, tante persone che hanno aiutato i nonni materni di Eitan a portare il piccolo in Israele, di questo è convinto lo zio materno Or Nirko. Oggi ha parlato lo zio paterno spiegando di aver sentito il piccolo («è stato un breve colloquio, ma non posso entrare nel merito») e che verrà organizzato un viaggio in Israele per riportarlo a casa: «Andremo in israele ma non vi do la data» così ha detto Or Nirko, lo zio paterno di Eitan ai giornalisti. (Il Piccolo)

Eitan, gli zii paterni pronti ad andare in Israele. I legali: "Chiederemo la restituzione del piccolo"

Lui e Aya, che è stata nominata dal tribunale tutrice di Eitan, andranno nel Paese mediorientale. CÒ SICCOMARIO (PAVIA), 15 SET Hanno sentito Eitan gli zii paterni Aya Biran e Or Nirko. (RagusaNews)

– “I nonni Peleg riportino Eitan a casa a Pavia”. “Eitan deve tornare a casa ad ogni costo e la procedura prevede che noi familiari andiamo in Israele a prenderlo. (Cronachedi.it - Il quotidiano online di informazione indipendente)

A rivelarlo è stato Or Nirko, lo zio paterno del piccolo ai giornalisti. Per il sequestro del piccolo, portato sabato scorso in Israele, è ai domiciliari Shmuel Peleg, il nonno materno. (Radionorba)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr