Elkann: “Dalle crisi siamo sempre usciti più forti”

La Stampa La Stampa (Economia)

John Elkann, presidente e ad di Exor, commenta così l'emergenza Coronavirus nel suo intervento all’assemblea della holding.

L'emergenza, ha proseguito il numero uno di Exor, «non ha certo reso le cose più facili per l'industria dell'auto.

Ne parlano anche altri giornali

Il maxi-dividendo da 5,5 miliardi di euro previsto dall'accordo con la società francese non è in discussione. "Attraverso gli anni e le generazioni - afferma - abbiamo attraversato molte crisi, tutte diverse, e ne siamo sempre usciti più forti proprio grazie a queste esperienze. (America Oggi)

Il presidente di Exor ha però tenuto il punto sul maxi-dividendo straordinario di Fca da 5,5 miliardi previsto dalle intese sulla fusione. Il presidente di Exor e Fca ha assicurato che avverrà al più tardi nel primo trimestre del 2021. (La Stampa)

Nel matrimonio tra Fca-Psa c’è un terzo incomodo: il salvataggio di Renault. John Elkann tira dritto per la sua strada. La ragione strategica di questa combinazione delle due società e dei loro dipendenti è. (Il Cirotano)

«I lavori per il progetto di fusione 50/50 tra Fca e Psa stanno proseguendo secondo i piani e nei tempi previsti. Siamo all’inizio di una nuova era di innovazione in questo settore, dovuto alla tripla rivoluzione dell’auto connessa, pulita e autonoma». (Il Messaggero)

Alle azioni FCA però non è importato e il titolo ha continuato a scambiare in ribasso nella penultima seduta della settimana. Nonostante la presa di posizione dell’imprenditore, le azioni FCA hanno continuato a scambiare con un rosso di oltre il singolo punto percentuale poco sopra i 7 euro. (Money.it)

Il progetto di fusione tra Fca e Psa “prosegue secondo i piani e i tempi previsti. Basti citare le misure sperimentate da Ferrari a Maranello col progetto 'Back on Track”'e quelle adottate da Fca e Cnh industrial”. (l'Automobile - ACI)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti chiusi.