Covid in Serie A, con il 35% di positivi in rosa ci sarà lo stop

Covid in Serie A, con il 35% di positivi in rosa ci sarà lo stop
Più informazioni:
Forza Parma SPORT

La decisione è emersa ieri dopo il confronto tra Governo, Coni e Federazione Medico-Sportiva. Non è ancora ufficiale, ma ci saranno prossimamente nuovi criteri per gestire eventuali focolai nelle squadre di vertice dello sport italiano.

Ne parla La Gazzetta dello Sport nella sua edizione odierna, sottolineando quanto emerso nella giornata di ieri dopo l’incontro tra Governo, Coni e Federazione Medico-Sportiva. (Forza Parma)

Se ne è parlato anche su altre testate

Ascolta la versione audio dell'articolo. La Lega Serie A e il Governo hanno trovato l’accordo per il nuovo protocollo per contrastare il caos creato dal Covid. Per quanto riguarda la “bolla”, invece, con un caso nel gruppo parte la “quarantena soft” ovvero con le squadre che potranno allenarsi e giocare le partite. (Cagliari News 24)

Decisione che, nonostante l’altissimo numero di contagiati tra giocatori e membri dello staff, ha causato non poche polemiche. Questo nuovo documento riduce il potere decisionale delle ASL che, nella giornata del sei gennaio, ha visto decisioni discordati visto, ad esempio, la partenza del Verona nonostante ben dieci giocatori positivi al virus. (Juve Dipendenza)

Per dire, in una rosa calcistica di 33-34 calciatori fino a 11 casi di positività si potrebbe giocare, con 12 non più. Una chiave interpretativa stringente per l’altra quarantena, quella "morbida", inserita nell’ultima circolare del ministero della Salute, quella del 30 dicembre 2021. (Viola News)

Svolta per la Serie A: approvato il nuovo protocollo per il Covid, ecco quando non si giocherà

Dunque su una rosa in media di 30 giocatori, fino a 10 positivi si giocherà, oltre la partita sarà rinviata La novità, però, è che la Lega dovrà fare marcia indietro sulla regola dei 13 giocatori: il protocollo prevede che le gare si giocheranno fino a un massimo del 35% di positivi, oltre saranno rinviate. (Il Fatto Quotidiano)

La decisione è emersa ieri dopo il confronto tra Governo, Coni e Federazione Medico-Sportiva. Non è ancora ufficiale, ma ci saranno prossimamente nuovi criteri per gestire eventuali focolai nelle squadre di vertice dello sport italiano. (Calcio Atalanta)

Come riporta l’agenzia Adnkronos, è stata raggiunta l’intesa sul protocollo Covid aggiornato per il mondo dello sport nella Conferenza Stato-Regioni di oggi. Ora cambia tutto: con il 35% della rosa della prima squadra positivo, il club non può giocare e la partita si rinvia (SOS Fanta)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr