Vaccino Pfizer per i bambini di 5-11 anni. Tutti i dati su rischi e benefici | Milena Gabanelli

Vaccino Pfizer per i bambini di 5-11 anni. Tutti i dati su rischi e benefici | Milena Gabanelli
Corriere della Sera SALUTE

Su 2,9 milioni di 40-59 enni oggi non ancora vaccinati, solo negli ultimi 30 giorni si sono contati 19.051 contagi, 1.055 ricoveri, 126 in Terapia intensiva, 46 decessi

Rispetto alla fascia di età dei loro genitori se non vaccinati,.

E ora la domanda che assilla tutti i genitori è: conviene vaccinarli?

Fare due conti può aiutare a pesare meglio i dati: vuol dire che tra chi è risultato positivo al Covid tra i 6 e gli 11 anni,susono andati insuinsusono. (Corriere della Sera)

La notizia riportata su altre testate

L’Ema, l’agenzia regolatoria europea, ha dato il via libera alla somministrazione del farmaco tra i più piccoli con modalità simili a quelle degli adulti (doppia dose), ma con un dosaggio ridotto. Regione Lombardia avrebbe già incontrato le Ats e le Asst per poter aprire le prenotazioni dei bimbi in concomitanza con quelle per le dosi “booster” dedicate a chi a meno di 40 anni. (Bergamo Post)

L’indice Rt è all’1,35 mentre l’incidenza è altissima: 226,1 ogni 100.000 abitanti (la soglia di allarme è 50). Ma si tratta di numeri in difetto, perché i contagi aumentano di giorno in giorno. (Corriere della Sera)

La sicurezza a lungo termine del vaccino COVID-19 nei partecipanti di età compresa tra 5 e 12 anni sarà studiata in 5 studi di sicurezza post-autorizzazione, incluso uno studio di follow-up di 5 anni per valutare le sequele a lungo termine di miocardite/pericardite post-vaccinazione. (Meteo Web)

«Il Covid uccide più della meningite Vaccinare i bambini è sicuro, fatelo»

In Veneto sono 300 mila i bambini in questa fascia d’età, e si pone il tema dell’organizzazione. Nel servizio di Arianna Garavaglia l'intervista a Francesco Raimo, direttivo Fimp Verona (TGR – Rai)

L’efficacia del vaccino è stata calcolata dal colosso farmaceutico in quasi 2mila bambini tra i 5 e gli 11 anni che non presentavano segni di infezione precedente. À. Ma il via libera alle inoculazioni sui bambini, benché accolto positivamente dalla Sip (Società italiana di pediatria), apre un nuovo fronte di scontro. (Quotidiano del Sud)

Ma il Covid, e in questo ci vengono incontro i dati americani, che hanno statistiche numericamente molto importanti, provoca delle morti anche tra i 5-11 anni. C’è un rischio maggiore di avere questo tipo di complicanze con farmaci molto comuni come il paracetamolo o gli antibiotici. (Corriere Fiorentino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr