Troppa differenza tra zona gialla e arancione: la Sicilia chiede correzioni

Troppa differenza tra zona gialla e arancione: la Sicilia chiede correzioni
La Sicilia INTERNO

Ma sulla possibilità di una Italia tutta arancione, ovvero di restrizioni omogenee per l’intero territorio nazionale, si registrano dissensi all’interno della Conferenza delle Regioni, come appunto quello di Razza per la Sicilia.

«Se n'è discusso ma la proposta non era tutti arancione ma, tutti comunque abbiamo dato delle opinioni.

Noi abbiamo proposto l’idea di cambiare qualcosa sul meccanismo delle fasce e di evitare di creare una distinzione così netta su alcune attività economiche, soprattutto nell’attività di ristorazione tra la fascia gialla e la fascia arancione». (La Sicilia)

Su altri media

Per i parametri serviranno prima altri passaggi tra i tecnici delle amministrazioni locali e quelli della Cabina di regia Al contempo, però, si chiede di modificare il sistema in due direzioni: il primo è rendere ancora più rigorose le regole dell’arancione, aumentarne l’efficacia. (Il Messaggero)

Lo sport nell'Italia della zona arancione, rossa e gialla. Zona arancione: sì, ma solo nel proprio comune di residenza non ci sono campi da tennis. (QUOTIDIANO.NET)

In zona arancione le regole sono naturalmente più stringenti: non è consentito uscire dal proprio Comune di residenza o domicilio. Naturalmente è sempre permesso il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, sia in zona gialla sia in zona arancione. (Salernonotizie.it)

Regioni. Quali diventano arancioni e quali rosse

Al contempo, però, si chiede di modificare il sistema in due direzioni: il primo è rendere ancora più rigorose le regole dell’arancione, aumentarne l’efficacia. Per questo chiediamo al governo di intraprendere ogni sforzo per reperire più dosi». (Il Mattino)

“A me sembra che la Lombardia possa rimanere in zona gialla “Secondo le nostre previsioni, il Friuli Venezia Giulia continuerà a restare in zona gialla”, ha detto il governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga. (Civonline)

Oggi infatti verranno decisi i dati di diffusione del Covid e in base a quelli si stabiliranno i cambi di fascia. Dopo un paio di settimane di tregua, si torna a parlare di colori e l'Italia si divide di nuovo. (Moto.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr