MotoGP, GP Doha 2021: meno di 9" tra il vincitore e il 15° a Losail. Mai tanto equilibrio in pista!

MotoGP, GP Doha 2021: meno di 9 tra il vincitore e il 15° a Losail. Mai tanto equilibrio in pista!
Più informazioni:
OA Sport SPORT

Ebbene, nella prova andata in scena ieri a Losail tra il francese Fabio Quartararo (Yamaha) e il portoghese Miguel Oliveira (KTM) c’è stato un distacco di 8″928.

Il GP di Doha, secondo round del Mondiale 2021 di MotoGP, è da ricordare per un aspetto molto particolare: non era mai accaduto, infatti, che tra il vincitore e il 15° ci fossero meno di 15″.

Gran Premio di Doha 2021 (8”928 secondi). 2.

Gran Premio di Aragona 2020 (15”941). (OA Sport)

La notizia riportata su altri giornali

Sulla lavagna BetFlag è Mir il favorito per la vittoria del Mondiale Piloti Motogp 21 senza Marquez, a quota 3.50. Fabio Quartararo in sella alla Yamaha ufficiale ha vinto il gran premio di motociclismo di Doha nella classe regina. (AGIMEG)

Ovviamente mi aspettavo di fare un po' meglio, anche perché nel warm-up eravamo riusciti a trovare un buon setting di elettronica e pensavo quindi di poter chiudere nei primi dieci. Abbiamo fatto uno step, ma naturalmente bisogna cercare di guidare meglio, di partire più avanti e di lottare per le posizioni più importanti» (Ticinonline)

Il problema è che tutti i piloti e tutte le moto vanno forte, quindi quando parti così indietro è difficile. Il fatto che la gara di oggi sarebbe stata per Valentino Rossi tutt’altro che semplice era abbastanza scontato dopo la difficile qualifica di ieri, e così è stato. (Motosprint.it)

MotoGP, Valentino Rossi spera nell’alba europea: “Non so cosa aspettarmi”

L'auspicio di Franco Morbidelli e Valentino Rossi è che le cose cambino nel Vecchio Continente: "Abbiamo capito poco in questi 9 giorni – ha ammesso il pilota italo-brasiliano, arrivato dodicesimo -. Il team Petronas volta pagina dopo i due weekend da incubo in Qatar: "Ripartire da un foglio bianco". (Sportal)

News. La seconda gara in Qatar regala uno dei gran premi più belli e ricchi di sorpassi degli ultimi anni. La MotoGP di oggi è questa, soprattutto dopo due gare e i test sulla stessa pista: una Moto3 con bolidi da 300 cavalli (inSella)

Valentino Rossi ha persino optato per una vecchia configurazione dell’elettronica che gli ha garantito un ritmo più costante. L’anno scorso Valentino Rossi ha pagato già a caro prezzo il suo contributo (Corse di Moto)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr