Covid, Salvini: Ci vuole sovranità vaccinale. Produrre dosi in Italia

Covid, Salvini: Ci vuole sovranità vaccinale. Produrre dosi in Italia
Il Messaggero INTERNO

Produrre dosi in Italia”. EMBED. . . (Agenzia Vista) Roma, 23 febbraio Covid, Salvini: “Ci vuole sovranità vaccinale.

Covid, Salvini: “Ci vuole sovranità vaccinale.

Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

Produrre dosi in Italia” “Bisogna ragionare di una produzione italiana di vaccini.

Una sovranità vaccinale per non essere dipendenti da quello che arriva dall’estero e dai contratti con l’Europa” sono le parole del leader della Lega Matteo Salvini (Il Messaggero)

Ne parlano anche altre testate

Un progetto trasversale, risultato del lavoro congiunto con la Commissione per i diritti delle donne e l'uguaglianza di genere (Femm). Oggi su iniziativa del senatore Armando Siri, nella Sala Caduti di Nassirya del Senato, politici, primari ospedalieri, psicologi e pediatri spiegano le conseguenze della pandemia sui minori. (La Stampa)

Abbiano parlato di riaperture. In realtà il nuovo presidente del Consiglio ha chiesto al leader della Lega, che era sceso in piazza con i ristoratori, di tenere un basso profilo. (neXt Quotidiano)

E sono contento che un ministro leghista come Giorgetti avrà un incontro con le industrie farmaceutiche per pensare a una produzione italiana", ha spiegato ilnumero uno del Carroccio. "Abbiamo parlato di aperture, sarebbe banale parlare di sottosegretari", un tema sul auquale "c'è sintonia", ha detto Salvini, lasciando palazzo Chigi"c'è sintonia". (Italia Oggi)

Chiusure, commissario e vaccini: il faccia a faccia Draghi-Salvini

Quindi, non è vero che il governo Draghi è 'rigorista' sulle aperture? Durante l'incontro i due avrebbero accennato all'altro tema 'caldo' di governo, il completamento della squadra di sottosegretari. (AGI - Agenzia Italia)

“Ho incontrato il Presidente. Abbiamo parlato del piano vaccinale, bisogna accelerare. E poi di riaperture, salute e lavoro “, così il leader della Lega, Matteo Salvini, durante un punto stampa fuori dal Senato dopo l’incontro a Palazzo Chigi con Mario Draghi . (Il Fatto Quotidiano)

"Voglia di cambiamento". Sotto questo punto di vista il leader del Carroccio nota una " voglia di cambiamento ". Come ad esempio la riapertura serale dei ristoranti: " Se non c’è rischio a pranzo, non c’è rischio a cena " (ilGiornale.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr