Borsa Milano rimbalza, giù Tim e Juve, bene Sondrio, strappa Alerion Da Reuters

Investing.com ECONOMIA

Fra gli investitori sta prevalendo una lettura più attendista sulla nuova variante Omicron e andrà verificato nelle prossime settimane se sarà veramente in grado di mettere a rischio la ripresa delle economie globali.

Alessandro Garofalo. MILANO (Reuters) - Indici in cauto rialzo a Piazza Affari, ma gli investitori stentano a prendere posizione dopo lo scivolone dei mercati venerdì scorso, causato dai timori legati alla nuova variante sudafricana del coronavirus. (Investing.com)

Su altri media

“Sui mercati c’è un po’ di rimbalzo, siamo più tranquilli sul tema della nuova variante, ma i volumi sono veramente molto bassi”, osserva un trader. Tra i titoli in evidenza:. Bene le oil companies sul recupero del greggio con Eni in rialzo dell’1,6%, Saipem (+1,3%), Tenaris (+1,8%). (FX Empire Italy)

Borsa italiana oggi: le azioni in primo piano. Sulla Borsa di Milano, seguendo lo schema dei giorni scorsi, l’allarme per la variante Omicron rischia di mettere sotto pressione banche e petroliferi, questi ultimi in scia alla volatilità del greggio. (Finanza Report)

Gli analisti di SocGen hanno tagliato il rating su Ferrari da buy a hold mantenendo il prezzo obiettivo a 290 dollari per azione. Questa sera sarà pubblicato il Beige Book, mentre nel pomeriggio si guarda alla stima Adp sui nuovi occupati di novembre. (Finanza Report)

A seguirlo, a fine seduta di mercati, è l'oro che cede lo 0,21% a 1.781 dollari l'oncia, mentre nel valutario il biglietto verde guadagna terreno sulle altre valute. L'indice Napm di Chicago, basato su un'indagine condotta sui direttori d'acquisto del settore manifatturiero, invece è sceso a 61,8 punti a ottobre dai 68,4 di ottobre. (Milano Finanza)

Chiusura positiva per la Borsa di Milano, con il Ftse Mib che ha terminato a +0,73% (26.041 punti), l’All Share ha terminato a +0,78% (28.543 punti), mentre il Ftse Italia Growth ha guadagnato lo 0,90% (11.140 punti). (Bizjournal.it - Liguria)

Fuori dal listino principale, tonfo della Juventus (-6%) mentre nel mirino della procura di Torino sono finite le plusvalenze del calciomercato.Per approfondire A dare gas ai listini è stato soprattutto il riscatto del greggio, in forte rialzo dopo il -13% di venerdì. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr