Batterio nell’acqua, centinaia di persone con vomito e dissenteria in Abruzzo. “Vietato bere dal rubinetto”

Batterio nell’acqua, centinaia di persone con vomito e dissenteria in Abruzzo. “Vietato bere dal rubinetto”
Fanpage.it SALUTE

L'ordinanza: "Vietato bere acqua del rubinetto, non è potabile". I primi problemi erano stati segnalati nella mattinata di domenica scorsa.

Ieri, 12 ottobre, coi casi di gastroenteriti saliti a circa 250, è emersa la presenza di un batterio termoresistente

“Vietato bere dal rubinetto” Ci sarebbe un batterio termoresistente, il Clostridium perfringens, all’origine dei casi di infezione gastrointestinale registrati a San Valentino in Abruzzo Citeriore e nei paesini limitrofi. (Fanpage.it)

Su altri giornali

Il Comune ha da subito attivato anche la Protezione Civile che, grazie ai suoi volontari, fornisce servizio di consegna di medicinali secondo i seguenti orari:. – dalle ore 9.00 alle ore 12.00. – dalle ore 16.00 alle ore 18.00. (Notizie Ascoli e Provincia Picena. Cityrumors)

I casi accertati sono 50. Preoccupazione e allarme a San Valentino in A.C. I primi sospetti ricadono sull'acqua potabile:. "Sono stati riscontrati casi di infezioni gastrointestinali nel Comune di San Valentino e nelle zone limitrofe la cui causa, se di natura virale o altro, non è ancora nota. (IlPescara)

Questa apparecchiatura può essere intasata dai microbi, ma il team afferma che il nuovo idrogel potrebbe impedirlo. Il team afferma che i prossimi passi sono trovare modi per affinare gli idrogel per uccidere una più ampia varietà di batteri e virus (Tom's Hardware Italia)

Batterio in acqua, centinaia di gastroenteriti in Abruzzo

Confermata, quindi, l’ipotesi dell’acqua come causa delle infezioni che hanno causato dissenteria e febbre nel 10% della popolazione. (Notizie Ascoli e Provincia Picena. Cityrumors)

Ora si attendono i risultati microbiologici e delle coproculture (raccolta feci) effettuati su pazienti sintomatici, a campione, nella giornata di ieri per confermare la presenza del batterio. I test di coprocoltura sono stati effettuati gratuitamente. (IlPescara)

Oltre 200 casi di gastroenteriti, nel giro di tre giorni, tra i residenti di San Valentino in Abruzzo Citeriore, paesino di 1.900 abitanti del Pescarese. All’origine dell’emergenza c’è la presenza di un batterio termoresistente, il Clostridium perfringens, nell’acqua potabile, come emerso dalle analisi della Asl. (L'HuffPost)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr