Test salivari nelle scuole: via al monitoraggio che coinvolgerà 30mila studenti del Lazio

Tuttoscuola INTERNO

Intanto l’anno scolastico parte con oltre il 98% del personale docente e non docente vaccinato, e anche una buona parte degli alunni.

Via ai test salivari per gli studenti del Lazio.

Ma come funzionano i test salivari nelle scuole?

“Si tratta di prelievi salivari di natura molecolare che vengono processati in laboratorio, il risultato si ha in 24 ore – fa sapere l’assessore -.

Il monitoraggio coinvolgerà circa 30mila alunni della regione tra i 6 e i 14 anni e verrà effettuato ogni 15 giorni. (Tuttoscuola)

Se ne è parlato anche su altre testate

Le scuole sentinella che hanno aderito sono pronte per ricevere questa mattina il personale sanitario. I test scelti sono i lollisponge salivari, dei tamponi con un bastoncino che possono essere tenuti in bocca dal bambino come un lecca lecca. (Bignotizie.it)

E' stata invece rinviata di una settimana la valutazione sul medico e sindaco di Santa Lucia di Piave, Riccardo Szumski. Inoltre, al momento figurano ancora in monitoraggio ulteriori 12 classi ed un altro gruppo di un centro estivo. (TrevisoToday)

Il monitoraggio coinvolgerà circa 30.000 alunni della regione tra i 6 e i 14 anni e verrà effettuato ogni 15 giorni. L’Asl Roma 2 ha iniziato i prelievi all’IC Pallavicini (Torrino), saranno 30mila gli alunni coinvolti. (L'agone)

Mentre sono 13 i monitoraggi di cui 1 gruppo di un centro estivo e 12 classi Su 92 studenti che si sono già autosomministrati il test salivare molecolare a casa e lo hanno riconsegnato oggi, 72 sono risultati negativi mentre gli altri 20 non lo hanno effettuato in modo corretto, dunque non è stato possibile processarlo. (Oggi Treviso)

Oggi si ritorna fra i banchi in 9 Regioni e una Provincia autonoma – A fine mese partiranno i test salivari – Debutta oggi la piattaforma per controllare i green pass. La scuola riparte. I test potranno anche essere salivari, visto che dal 23 settembre questo tipo di analisi sarà omologato ai tamponi tradizionali e darà diritto al green pass. (FIRSTonline)

«Il ministero alla Salute non ritiene solo utile il nostro screening, che si aggiunge a quello nazionale, ma lo valuta positivo, utile e necessario — spiega il governatore Arno Kompatscher—. E sulla piattaforma per il controllo del certificato verde del personale, in vigore da lunedì, spiega: «Ha funzionato (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr