Fotovoltaico e rilancio della filiera in Italia: missione impossibile?

Fotovoltaico e rilancio della filiera in Italia: missione impossibile?
Qualenergia.it ECONOMIA

Sarà difficile per il settore manifatturiero fotovoltaico italiano ritagliarsi una quota di mercato a livello nazionale.

Le poche chance di riuscirci, almeno parzialmente, dipendono dalla capacità dell’Italia di fare sistema fra […]. Potrebbe interessarti anche:

E sarà ancora più complicato, se non impossibile, almeno nel breve-medio termine, recuperare terreno in ambito internazionale per un forte rilancio della produzione nazionale. (Qualenergia.it)

La notizia riportata su altri giornali

Gli impianti con caratteristiche conformi alle prescrizioni della Soprintendenza – continua l’esponente della Lega Molise – , infatti, risultano essere molto più costosi e meno performanti dei comuni impianti ed il loro approvvigionamento presenta tempi molto più lunghi. (Molise Network)

In virtù di questa acquisizione, A2A raggiunge il 33% di energia prodotta da fonti rinnovabili L'asset è il più grande portafoglio, senza incentivi Gse, di impianti in Italia, di cui 9 localizzati nel Lazio e 8 in Sardegna. (La Repubblica)

Il lavoro dovrà consentire il miglioramento di classe energetica o il conseguimento di quella più elevata. Nella Legge di Bilancio 2020 è stata approvato il nuovo bonus fotovoltaico 110% destinato all’installazione di un impianto di pannelli fotovoltaici. (IlPescara)

Petroni alza la voce: “Soprintendenza Molise vieta gii impianti fotovoltaici”

Fotovoltaico e biodiversità, quando i campi solari sono una doppia risorsa. Per comprenderne le reali possibilità e, soprattutto, distinguere le pratiche migliore dai tentativi di greenwashing, un gruppo di entomologi ha approfondito il legame assistente tra fotovoltaico e biodiversità. (Rinnovabili)

In giallo la superficie che potrebbe essere occupata dagli impianti fotovoltaici nel territorio di Aprilia: è grande quasi quanto tutta la città. (Il Caffè.tv)

La Soprintendenza del Molise evidentemente va controcorrente - conclude Petroni - ma la speranza è che abbia un ripensamento per consentire una parità di trattamento tra i cittadini italiani” Lettera aperta dell’ingegnere leghista il quale sostiene che l’organismo ministeriale stia” facendo venire meno l’importante apporto di energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili”. (isnews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr