Il padre di Michele Merlo: «Sporgeremo denuncia, troppe ombre sulla sua morte»

Il padre di Michele Merlo: «Sporgeremo denuncia, troppe ombre sulla sua morte»
Rolling Stone Italia CULTURA E SPETTACOLO

Visualizza questo post su Instagram Un post condiviso da Michele Merlo (@michelemerlo). Merlo è quindi tornato a casa della fidanzata fino alla crisi di giovedì sera e a quello che il padre chiama il burrascoso intervento del 118

I problemi non sarebbero sorti all’Ospedale Maggiore di Bologna, dove il cantante ha ricevuto le ultime cure, ma all’Ospedale di Vergato e durante un intervento del 118.

«Mercoledì pomeriggio mio figlio è stato all’ospedale di Vergato e, come ci ha poi raccontato, c’era praticamente solo lui, di paziente. (Rolling Stone Italia)

Ne parlano anche altre testate

Michele Merlo, il cantautore scomparso il 6 giugno a 28 anni aveva pubblicato nel 2017 l’album di debutto con lo pseudonimo Cinemaboy. La trama è quella di Luca, Valentino e Anita, che hanno una band e l’obiettivo si realizzare un concerto al Siberia (Mauxa)

La morte di Michele Merlo, i dubbi della famiglia: “Scambiati i sintomi”. “Probabilmente, scambiando i sintomi descritti per una diversa, banale forma virale, lo aveva rispedito a casa» la posizione della famiglia espressa in una nota, nella quale sospetti e recriminazioni si estendono anche alla seguente presa in carico del giorno dopo, quando il giovane si è sentito male, in preda a convulsioni e in stato confusionale, ed è stato ricoverato in Rianimazione all’ospedale Maggiore di Bologna (L'Occhio)

Morte Michele Merlo, Ausl di Bologna avvia indagine interna: “Visitato da una guardia medica”

"La direzione ha dato quindi mandato al Risk Manager aziendale di procedere ad attivare l’iter per un audit di rischio clinico". (Foto Ig Michele Merlo) (BolognaToday)

La decisione dei genitori dell’artista vicentino, concorrente di X Factor e di Amici è legata all’avvio dell’indagine interna da parte dell’Ausl di Bologna Un medico poco più attento si sarebbe accorto che qualcosa non andava, avrebbe riconosciuto i sintomi della leucemia e disposto degli accertamenti”. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr