“Un buco di 20mila morti che la Protezione civile non ha conteggiato”. Lo studio Inps sui decessi

“Un buco di 20mila morti che la Protezione civile non ha conteggiato”. Lo studio Inps sui decessi
Il Primato Nazionale Il Primato Nazionale (Interno)

La domanda a questo punto sorge spontanea: «quali sono i motivi di un ulteriore aumento di decessi pari a 18.971, di cui 18.412 tutti al Nord?

Al contempo, «Il numero di morti dichiarate come Covid-19 nello stesso periodo è stato di 27.938».

Su altre fonti

Il numero di morti dichiarate come Covid-19 nello stesso periodo è stato di 27.938. Quanto alle classi d'età, la diminuzione più forte si era registrata fra 0 e 49 anni (-13%), poi 60-69 anni (-12%), 70-79 anni (-10%), 80-89 anni (-9%), 50-59 anni e da 90 anni in su (-4%). (L'Unione Sarda.it)

il nuovo aggiornamento della protezione civile mostra uno scenario abbastanza stazionario rispetto a ieri. Pertanto questo numero non tiene conto delle vittime e dei guariti, che non essendo più positivi al virus vengono sottratti prima di aggiungere i nuovi tamponi positivi. (InMeteo)

Coronavirus, come leggere il bollettino della Protezione Civile e i dati sul contagio. vedi letture. Nuovi contagi, decessi, tamponi. Nelle ultime 24 ore è pari a -1.792: la somma di morti (156) e di guariti (2.278) supera infatti il totale dei nuovi casi (642). (TUTTO mercato WEB)

Perplessità sui numeri forniti dalla Protezione Civile le avevano mosse anche diversi esperti di statistica, che hanno più volte detto che i decessi dichiarati fossero sottostimati rispetto al numero reale. (InMeteo)

PER APPROFONDIRE LEGGI —> Protezione Civile, bollettino del 21 maggio: 1.792 positivi attuali in meno. Bollettino Protezione Civile: i numeri del Covid-19 in Italia nella giornata di mercoledì 20 maggio. (Yeslife)

La maggior parte dei decessi al Nord. L’Inps, quindi, evidenzia quasi 19mila decessi in più con la maggior parte di questi (18.412) al Nord che ha avuto un aumento dell’84% rispetto agli anni precedenti. (News Mondo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti