Evasione fiscale, sequestro da 40 milioni Cinque arresti: c'è anche un bergamasco

L'Eco di Bergamo ECONOMIA

L’autorità giudiziaria ha emesso inoltre un provvedimento di sequestro di beni e disponibilità finanziarie per oltre 40 milioni di euro

Cinque persone sono state arrestate dalla Guardia di Finanza di Verona, nell’ambito dell’operazione denominata «Wooden Pallets».

I finanzieri hanno dato esecuzione ad un’ordinanza, emessa dal Gip del Tribunale di Verona, Luciano Gorra, che ha disposto la custodia cautelare per cinque imprenditori (due in carcere, tra cui un bergamasco e tre ai domiciliari) ritenuti responsabili di un sodalizio dedito ai reati tributari, tra cui infedele ed omessa presentazione delle dichiarazioni fiscali, emissione di fatture per operazioni inesistenti e sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte. (L'Eco di Bergamo)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Ultimo aggiornamento: 21:01 Sono finiti in carcere due imprenditori, uno della provincia di Brescia ed uno della provincia di Bergamo, mentre tre imprenditori bresciani sono stati invece posti agli arresti domiciliari. (Il Gazzettino)

Le indagini delle fiamme gialle riguardano tre aziende individuali che operano nel settore della lavorazione di prodotti tessili per conto terzi n sequestro preventivo di denaro e macchinari tessili per oltre 340mila euro è stato effettuato dalla Guardia di finanza di Vicenza su disposizione del Gip nei confronti di tre cittadini cinesi a capo di altrettante ditte. (Il Gazzettino)

Tale verifiche verranno svolte nel triennio 2021-2023 e vedranno finire nel mirino lavoratori autonomi e partite Iva. Una cifra senz’ombra di dubbio molto importante, con miglia di partite IVA che dovranno fare i conti con dei controlli serrati da parte del Fisco (ContoCorrenteOnline.it)

La difesa argomenta che l'errore sia stato fatto in buona fede e in mancanza di una regolamentazione precisa per chi come mestiere pubblica video su YouTube, motivo per cui anche St3pNy nel suo ultimo video si dice deluso dalla sentenza. (Tech Fanpage)

Se passasse, i gestori di servizi di vendite online dovranno collaborare con le amministrazioni fiscali e fornire informazioni sui movimenti che avvengono nell'ambito dei propri siti (Sky Tg24 )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr