Leonardo Spinazzola e quello sfottò: «Mi chiamavano Castoro, ora so che il sorriso è la cosa più bella che ho»

Leonardo Spinazzola e quello sfottò: «Mi chiamavano Castoro, ora so che il sorriso è la cosa più bella che ho»
Più informazioni:
Corriere della Sera SPORT

Io ho detto a fine novembre rientro in squadra in gruppo, questo non significa giocare nella partita ma che rientro in gruppo che respiro la squadra… È già una grande cosa!»

Eh sì m’arrabbiavo, però dopo crescendo penso che è la cosa più bella che ho, questo sorriso».

Da ragazzo questa piccola imperfezione è costata da ragazzo a Leonardo Spinazzola, eroe degli Europei vinti dall’Italia, il nomignolo di «Castoro»: «Ero piccolo, ero alle medie avevo 12 anni, poi fino anche 14 anni, anche in convitto o simili. (Corriere della Sera)

Ne parlano anche altri media

Il terzino della Roma e della Nazionale "Il ct mi vuole bene" ROMA (ITALPRESS) - Non ha perso l'ironia. "A fine novembre rientro in squadra, in gruppo, nella Roma. (Tiscali.it)

È già una grande cosa, una cosa mia, è una scaletta mentale, l’equilibrio. Mi stuzzicava sempre: non fare questo, non fare quello. (Virgilio Sport)

Io ho detto a fine novembre rientro in squadra in gruppo, questo non significa giocare nella partita ma che rientro in gruppo che respiro la squadra. E' un bene quando un mister, quando una persona ti sta sempre addosso, significa che prova qualcosa no? (Napoli Magazine)

Spinazzola si racconta e rivela il suo rientro in campo | Top News

Perché chi parla tanto degli altri non è molto sicuro di sé stesso penso" eonardo Spinazzola inizia a scaldare i motori per il rientro in gruppo dopo il brutto infortunio rimediato ad Euro 2020. (Tuttosport)

Io ho detto a fine novembre rientro in squadra in gruppo, questo non significa giocare nella partita ma che rientro in gruppo che respiro la squadra. E' un bene quando un mister, quando una persona ti sta sempre addosso, significa che prova qualcosa no? (PPN - Prima Pagina News)

Spero di rientrare a novembre perché significa che va tutto alla grande, che tra un po’ corro e prendo la palla. Ho sempre detto che a novembre rientro in squadra, in gruppo, questo non significa giocare una partita ma che rientro in gruppo e riprendo a respirare l’atmosfera della squadra. (Sportevai.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr