Palermo, anziani in coda per il vaccino anti Covid

Palermo, anziani in coda per il vaccino anti Covid
La Repubblica SALUTE

(Foto Mike Palazzotto)

Nella fase che ha preso il via oggi, l'assessorato regionale alla Salute prevede circa 5 mila vaccinazioni al giorno per la sola popolazione over 80 che si aggiungeranno a quelle già previste per le altre categorie coinvolte dal piano vaccinale.

Primo giorno di vaccini anti Covid per gli over 80.

A Palermo il record della coppia più anziana ad essersi vaccinata, Nunzio e Vincenza Guzzo, lui 100 anni a ottobre, lei 95 anni compiuti ieri. (La Repubblica)

La notizia riportata su altre testate

Potranno prenotare con la tessera sanitaria dal 18 febbraio gli appartenenti alla fascia di età compresa tra i 55 e i 45 anni. Dal 22 febbraio le prenotazioni per la fascia di età tra i 44 e i 35 anni e dal 26 febbraio gli under 34 anni. (L'agone)

– Scatta l’ora x per il personale scolastico di ogni ordine e grado: da oggi potrà prenotare il vaccino anti covid AstraZeneca. La campagna continuerà, quindi è importante avere pazienza e assicurare ai propri medici la maggior collaborazione possibile. (modenaindiretta.it)

In tanti stanno chiedendo, al momento della prenotazione, come poter vaccinare gli over 85 disabili o comunque con seri problemi di mobilità, e quindi non trasportabili Fa eccezione Rimini che ha la capacità di vaccinare oltre 400 persone al giorno. (il Resto del Carlino)

Covid, al via le vaccinazioni agli over 80. «Bisogna fare presto»

Per loro quindici chilometri a piedi sono una passeggiata di salute", ha detto Rollo Ha confermato di aver percorso la strada a piedi e di essersi fatta accompagnata solo nel tratto finale", ha raccontato un operatore. (Gazzetta del Sud)

Gli altri tre siti individuati, invece, presentavano un medicinale di origine cinese vantante asserite proprietà terapeutiche contro Covid-19, risultato essere, dopo le opportune verifiche dell’Aifa, sprovvisto di autorizzazione all’immissione in commercio. (RIFday)

«Bisogna assumere personale». Ospite questa mattina anche Sandro Sposato, presidente dell’ordine degli infermieri di Cosenza. Ci è sembrato opportuno cominciare e ora aspettiamo che la situazione migliori con il supporto dei medici di base». (Corriere della Calabria)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr