Vaccini in frigo ma c'è problema con i docenti

Vaccini in frigo ma c'è problema con i docenti
TgVerona INTERNO

E in attesa che questo problema burocratico venga sbloccato nei prossimi giorni, intanto 8.600 dosi di vaccino anti-covid restano in frigo, mentre l’Ulss sta valutando di aprire altri centri vaccinazione, oltre all’annunciata collaborazione con i medici di famiglia

accini in frigo ma c'è. problema con i docenti. Sono 8.600 le dosi di vaccini AstraZeneca che l’Ulss 9 Scaligera dovrà riservare alle categorie professionali definite “essenziali”’, ossia forze dell’ordine e insegnanti, che dovranno essere sottoposte per prime alla campagna vaccinale. (TgVerona)

Ne parlano anche altri giornali

Sulla stessa lunghezza d’onda Loredana Lo Re, coordinatrice regionale Federazione Gilda-Unams Sicilia, in seguito alle notizie su un form di pre-adesione per la vaccinazione del personale della scuola poi bloccato. (BlogSicilia.it)

I membri del consiglio di contea intervengono temporaneamente per colmare il vuoto in attesa delle sostituzioni ai ruoli "Vogliono che la scuola riapra per riavere indietro le loro babysitter" hanno detto alcuni docenti durante un consiglio scolastico sul web. (Fanpage.it)

Il problema è emerso 24 ore dopo la due giorni organizzata dall’Usl per la somministrazione del siero AstraZeneca a 5.570 insegnanti. Il vaccino anti-Covid svuota le cattedre e fa saltare le lezioni. (Il Gazzettino)

Il covid in aula: in una settimana 547 positivi tra studenti e personale, isolati in oltre 6mila

«È prevista la sospensione dell’attività didattica a causa dell’assenza degli insegnanti dovuta agli effetti collaterali del vaccino», si legge nelle circolari firmate dal preside Michelangelo Guarnieri per ogni sezione coinvolta. (Imola Oggi)

Le varianti hanno cambiato il punto di vista degli scienziati sulla diffusione del virus all’interno delle scuole. Scuola, la “mossa epocale” di Bianchi per il ritorno in classe. (Oggi Scuola)

Dei 547 positivi - ha fatto sapere sempre l'azienda sanitaria - 20 sono del nido, 76 della scuola dell’infanzia, 149 della scuola primaria, 118 della secondaria di primo grado e 184 di quella di secondo grado. (MilanoToday.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr