Amazon ammette | A volte i nostri autisti fanno pipì nelle bottiglie

Amazon ammette | A volte i nostri autisti fanno pipì nelle bottiglie
Zazoom Blog ESTERI

Amazon ammette: "A volte i nostri autisti fanno pipì nelle bottiglie" (Di lunedì 5 aprile 2021) Amazon ha chiesto scusa a un deputato del partito democratico americano Marc Pokan che ha accusato il colosso fondato a Jeff Bezos di costringere i suoi autisti a urinare nelle bottiglie di plastica pur di fare in fretta nella consegna delle merci.

Tutto nasce da un tweet di Pocan: “Retribuire i dipendenti con 15 dollari l’ora non vuol dire che si tratti di un posto di lavoro all’avanguardia, soprattutto se li costringi a fare ladi plastica”, aveva postato il deputato, riferendosi alla cifra a cui in America i democratici vorrebbero portare il salario . (Zazoom Blog)

Ne parlano anche altre fonti

Amazon è cresciuta tantissimo e spesso quando un qualcosa cresce così tanto, le parti negative si gonfiano con esse In queste ultime settimane sono uscite parecchie notizie non esattamente positive per Amazon, soprattutto dagli Stati Uniti. (Tecnoandroid)

L’account di Amazon che si occupa su Twitter di pubblicare notizie e aggiornamenti sull’azienda ha twittato piccato negando “la cosa”. (IlTrigno.net)

L’adozione del Codice di Comportamento dei dipendenti rappresenta una delle principali azioni ed è finalizzata all’attuazione delle strategie di prevenzione della corruzione: la predisposizione del Codice costituisce, pertanto, elemento essenziale del Piano triennale per la Prevenzione della Corruzione. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

Amazon: “Autisti costretti a urinare nelle bottiglie”

Matteo Tontini,. I ritmi dei corrieri Amazon sono davvero serrati, questo è risaputo, e alcuni sostenevano che gli autisti non avessero neppure il tempo di andare al bagno tra una consegna e l’altra. (Webnews.it)

«Solo perchè paghi i tuoi impiegati 15 dollari all’ora non ti rende un posto di lavoro all’avanguardia - aveva detto rivolgendosi al gigante dell’e-commerce - se costringi i tuoi impiegati a fare pipì nelle bottiglie di plastica». (Gazzetta del Sud)

Un altro problema per il Paese è l’orizzonte della fine del blocco degli sfratti che è fissata al 30 giugno Un mondo che difficilmente potrà essere risollevato dai 20 miliardi di euro del Recovery plan che potrebbero arrivare quest’anno. (Yahoo Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr