Infermieri minacciati (anche di morte) dai no vax

Infermieri minacciati (anche di morte) dai no vax
MI-LORENTEGGIO.COM. SPORT

No vax dall’altra: in questi ultimi giorni si sono verificati casi di minacce anche di morte verso alcuni presidenti degli ordini degli infermieri che hanno applicato la legge allontanando dagli assistiti i no vax e hanno applicato il Codice deontologico che presuppone che il primo dovere di un infermiere sia quello di essere vaccinato per garantire la massima tutela della salute delle persone.

Lo è per tutelare i colleghi presidenti e professionisti e come infermieri per garantire ai cittadini di essere sempre in prima linea per garantire la loro salute. (MI-LORENTEGGIO.COM.)

La notizia riportata su altri media

"Ho già scritto alla direzione competente affinché sia valutata una terza dose di vaccino anti-Covid quanto prima almeno per le categorie più fragili". (Adnkronos)

Vaccino Covid, terza dose subito e per chi: cosa ha detto Sileri
Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr