“Da ragazzino battevo Sinner: nessun rimpianto, ci credo ancora”

Altri dettagli:
La Stampa SPORT

Il valenzano Filippo Moroni, tennista di 20 anni tra i talenti più cristallini dello sport alessandrino, non ha però rimpianti per quello che poteva essere e finora non è stato.

Anzi, ci crede ancora e da poco tempo è emigrato negli Usa con l’obiettivo di coronare il sogno: stanziarsi stabilmente tra i professionisti della racchetta.

Ma non ho rimpianti, so che non tutto è perduto e davanti a me avrò ancora le possibilità

Batteva Jannik Sinner sulla terra rossa di Casale, sembrava un predestinato e invece adesso il fenomeno è l’altro, quello che da ragazzino perdeva. (La Stampa)

Ne parlano anche altri media

Quando hai 19 anni, o vinci o impari Sinner, il predestinato del tennis italiano. A Miami lo ha esibito con la bellezza e la disinvoltura di un tennis diverso dai Tre Grandi contro i quali Sinner e la sua generazione deve misurarsi. (Virgilio Sport)

Jannik Sinner ha terminato la propria avventura a Miami: una cavalcata entusiasmante che l’ha portato fino alla Finale, persa contro l’amico/rivale Hubert Hurkacz. Detto questo, alla fine della fiera, Jannik inizia questa nuova settimana da n. (OA Sport)

Anche e soprattutto nella sconfitta, Maria ha voluto testimoniare la sua vicinanza al suo ragazzo. Jannik Sinner esce sconfitto dalla finale del Miami Open contro Hubert Hurkacz, ma dall’Italia c’è la sua Maria Braccini a consolarlo, quantomeno via social. (Tennis World Italia)

La conferenza di Jannik Sinner dopo la sconfitta in finale a Miami

Sarà il Masters 1000 di Montecarlo il primo torneo sulla terra rossa di Jannik Sinner dopo tutta la fase caratterizzata dai tornei indoor, da Dubai e poi da quella Miami che gli ha sorriso, vista la finale raggiunta. (OA Sport)

APPROFONDIMENTI SPORT Sinner perde la finale a Miami nel Master 1000, Hurkacz si impone 2-0 STATI UNITI Sinner perde la finale a Miami nel Master 1000, ma è un passo. Miami, le sorprese non finiscono: Hurkacz elimina il favorito Rublev e trova in finale l'amico Sinner. (ilmessaggero.it)

Dopo una grande settimana Jannik Sinner era indicato da tanti come il favorito della finale del Miami Open. Ero nervoso fin dall'inizio, ma volevo davvero vincere. (Tennis World Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr