Furetto dai piedi neri clonato per salvare la specie

Furetto dai piedi neri clonato per salvare la specie
Corriere Nazionale ESTERI

Elizabeth Ann è il nome dato al furetto dai piedi neri clonato per evitare l’estinzione della specie: in natura restano solo mille esemplari Un team di scienziati, in collaborazione con l’US Fish and Wildlife Service , ha clonato per la prima volta nella storia un furetto dai piedi neri. Chiamato Elizabeth Ann, l’esemplare fa parte di una specie in via d’estinzione negli Stati Uniti . L’animale, spiega la Dire Giovani ( www. (Corriere Nazionale)

Ne parlano anche altri media

Elizabeth Ann è nata a dicembre da una madre surrogata, ma solo pochi giorni fa l’US Fish and Wildlife Service ha rivelato la riuscita della clonazione. Furetto clonato in Usa, Elizabeth Ann, questo il nome dell’animale, nasce da cellule congelate di un esemplare vissuto trent’anni fa. (brevenews.)

La clonazione diventa un'ulteriore risorsa. Elizabeth Ann è un furetto dai piedi neri, una specie selvatica e protetta perché minacciata di estinzione, nasce il 10 dicembre grazie alla clonazione con le cellule congelate appartenute a Willa, vissuta trent’anni fa. (Quotidianpost.it)

L’esperimento ha come protagonista un furetto dai piedi neri; l’intento degli scienziati, che hanno curato la procedura, è quello di donare a queste creature maggiori possibilità di sopravvivenza. Il furetto clonato per evitare l’estinzione. (Velvet Pets)

Clonato un furetto dai piedi neri, una specie in via d'estinzione

Per la prima volta ad essere clonata è stata una specie a rischio d’estinzione. In America, infatti, è avvenuta la prima clonazione di un furetto dai piedi neri. (LettoQuotidiano)

Gli scienziati hanno poi fecondato una madre surrogata, solo in questi giorni l’US Fish and Wildlife Service ha rivelato il dietro le quinte della nascita di Elizabeth Ann. Fortunatamente, un proprietario terriero del Wyoming nel 1981 scoprì una piccola popolazione rimasta di furetti e lo stato decise di avviare un . (Zazoom Blog)

La tecnica della clonazione porta così nuova luce sulla speranza di riportare in vita specie estinte, come anche di aiutare notevolmente la protezione delle specie in via d'estinzione. li scienziati hanno clonato per la prima volta un esemplare di una specie in via d'estinzione negli Stati Uniti: un furetto nato dalle cellule di un animale morto più di 30 anni fa. (Ticinonline)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr