Bassetti: «Il Green pass? Non sono più a favore. L’Italia non è pronta ad averlo da domani»

Bassetti: «Il Green pass? Non sono più a favore. L’Italia non è pronta ad averlo da domani»
Open SALUTE

«Il Green Pass ha senso se deve essere uno strumento per stimolare la vaccinazione». Secondo Bassetti bisogna fare attenzione, perché «stiamo dando patenti di sicurezza dove non ce ne sono.

Diciamo allora che l’Italia non è pronta ad avere il Green Pass sui luoghi di lavoro dal 15 di ottobre, lo rimandiamo a data da destinarsi e lo lasciamo obbligatorio nei luoghi di aggregazione

O al lavoro va solamente chi è vaccinato, oppure facciamo il Green Pass alla francese, dove nei luoghi di aggregazione c’è obbligo di Green Pass, ma rilasciato unicamente con la vaccinazione o con i tamponi ma solo se non puoi fare la vaccinazione. (Open)

Ne parlano anche altri giornali

Il Green Pass ha senso se deve essere uno strumento per stimolare la vaccinazione. "Bisogna decidere che cosa si deve fare con i luoghi di lavoro. (GenovaToday)

Sul Green pass obbligatorio anche al lavoro "si stanno contrapponendo due fazioni, c'è tensione e varrebbe la pena di fare un passo indietro. Poi si è deciso di allargare il Green pass, la via italiana, anche nei luoghi di lavoro con il tampone a 72 ore. (Adnkronos)

Green pass, Bassetti attacca: “Così non ha più senso, non puoi equiparare tampone e vaccino”

Il virologo Matteo Bassetti ribadisce la sua contrarietà al Green Pass e afferma: “Bisogna decidere che cosa si deve fare con i luoghi di lavoro. Non puoi equiparare tampone e vaccinazione” (Orizzonte Scuola)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr