Covid, l’EMA sta valutando l’estensione del vaccino Pfizer agli adolescenti tra 12 e 15 anni

Covid, l’EMA sta valutando l’estensione del vaccino Pfizer agli adolescenti tra 12 e 15 anni
Meteo Web SALUTE

L’EMA renderà noto l’esito della valutazione, che è previsto per giugno, a meno che non siano necessarie informazioni supplementari.

Comirnaty – scrive EMA in una nota – è un vaccino destinato a prevenire la malattia da coronavirus 2019 ed è attualmente autorizzato per essere usato nelle persone a partire da 16 anni di età.

L’Agenzia europea per i medicinali (EMA) ha avviato la valutazione di una domanda di estensione dell’uso di Comirnaty, vaccino anti-COVID-19, anche a soggetti di età compresa tra 12 e 15 anni. (Meteo Web)

La notizia riportata su altri giornali

Anche i vaccini attualmente distribuiti (Moderna, Pfizer e Astrazeneca). Astrazeneca guadagnerà 1 miliardo quest'anno grazie ai vaccini, Pfizer oltre 15 (se non il doppio)" (Di lunedì 3 maggio 2021) Astrazeneca è finita nel mirino dell'Unione europea per i suoi ritardi nella consegna dei suoi vaccini contro il Covid - 19 ai Paesi membri. (Zazoom Blog)

Lo ha fatto sapere l’agenzia, sottolineando che Comirnaty è attualmente autorizzato per l’età pari o superiore a 16 anni. Nella campagna vaccinale sono stati superati i 50 milioni di dosi somministrate. (Farodiroma)

Ricordo inoltre che nella stessa direzione di riduzione dei ricoveri vanno anche le terapie con anticorpi monoclonali che la Regione Marche ha adottato per prima in Italia e che stanno riscuotendo ottimi risultati “. (Prima Pagina Online)

Vaccini Covid: Ema valuta l’utilizzo Pfizer sugli adolescenti

Nella giornata odierna sono state somministrate 2552 dosi, in linea con il target stabilito dal commissario Figliuolo che prevede per la nostra regione 2600 dosi al giorno. Procede la somministrazione delle dosi giunte in regione del vaccino anti Covid. (Il Quotidiano del Molse)

“Tra oggi e domani( martedì )– spiega l’assessore regionale alla Sanità delle Marche, Filippo Saltamartini – riusciamo a mantenere un riequilibro tra le varie aree vaste e tra prime e seconde dosi, solo riducendo le somministrazioni per le categorie protette e caregivers (prime dosi). (Redazione ETV Marche)

Contiene una molecola chiamata RNA messaggero (mRNA) con le istruzioni per produrre una proteina, nota come proteina spike, naturalmente presente nella Sars-CoV-2, il virus che causa la Covid-19. “L’Ema – conclude la nota – comunicherà il risultato della sua valutazione, che è previsto per giugno, a meno che non siano necessarie informazioni supplementari” (il Fatto Nisseno)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr