Terremoto 2009, L’Aquila ricorda il sisma con 309 rintocchi di campane e fasci di luce in cielo

Terremoto 2009, L’Aquila ricorda il sisma con 309 rintocchi di campane e fasci di luce in cielo
Il Sole 24 ORE INTERNO

Le 309 vittime sono state ricordate con migliaia di fiammelle accese alle finestre.

5' di lettura. L'Aquila ricorda le 309 vittime del sisma che la notte tra il 5 e 6 aprile 2009 colpì il capoluogo d'Abruzzo e altri 56 comuni.

Dal 6 aprile in poi si susseguono oltre 35mila scosse, una ogni due minuti e mezzo

La scossa devastante alle 3.32 del 6 aprile. Dodici anni fa il terremoto dell’Aquila causò 309 vittime, oltre 1.600 feriti, 100mila sfollati e danni stimati per oltre 10 miliardi di euro. (Il Sole 24 ORE)

La notizia riportata su altre testate

Di quella tragica data resta il ricordo dei ragazzi che persero la vita in quegli attimi terribili: Danilo, Vittorio, Elvio, Michele, gli studenti universitari rimasti sepolti dalle macerie. Era il 6 aprile del 2009 e alle 3:32 a L’Aquila una scossa di magnitudo pari a 6,3 ha sconvolto per sempre la vita di migliaia di persone. (Il Quotidiano del Molse)

Per le opere pubbliche della città, invece, si è da poco superato il giro di boa Nel capoluogo, infatti, ormai moltissimi hanno ripreso possesso delle loro abitazioni, visto che sono ormai concluse più di 28mila pratiche e sono in fase istruttoria le ultime 1.100 che dovrebbero vedere la luce entro il 2021. (Avvenire)

Alle 18 si è svolta, nella chiesa Santa Maria del Suffragio, una celebrazione liturgica durante la quale sono stati letti i nomi delle vittime del sisma. (Ck12 Giornale)

12 anni fa il terremoto che devastò L’Aquila

Purtroppo questa notte è venuta a mancare Adriana Biscetti Mantini, mamma del nostro Maestro Carlo e moglie del nostro caro papà e fondatore Paolo Mantini. Ai figli e nipoti che cantano con noi e a tutta la famiglia Mantini, giunga il nostro profondo sentimento di gratitudine e affetto (Il Capoluogo)

Cicciopasticcio continuò ad andare anche dopo periodicamente nei fine settimana, interagendo anche con i clown presenti, mantenendo il contatto con i bambini conosciuti. Un’esperienza emotivamente molto forte e difficile che ha trovato sollievo anche mediante la vicinanza dei volontari clown Ricoclaun (Vasto Web)

Nella chiesa di Santa Maria del Suffragio si è tenuta, però, una celebrazione liturgica contenuta e officiata dall'arcivescovo della città. In piazza Duomo è stato installato un fascio di luce verso il cielo e sono risuonati 309 rintocchi di campane in ricordo delle vittime (Corriere TV)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr