Sorprende ladri in casa nel Torinese e viene ucciso, architetto 50enne colpito da un proiettile

Sorprende ladri in casa nel Torinese e viene ucciso, architetto 50enne colpito da un proiettile
Giornale di Sicilia INTERNO

Da una prima ricostruzione, i ladri sono riusciti a entrare nell’abitazione rompendo l’anta di una finestra, che si trova a due metri di altezza dalla strada.

Sull'episodio indagano i carabinieri, con il comandante provinciale Francesco Rizzo che stamattina ha raggiunto il luogo del delitto.

AGI

Sono almeno due i ladri che questa notte a Piossasco, nel Torinese, si sono introdotti nell’abitazione di Roberto Mottura, architetto di 50 anni, che dopo aver sorpreso i malviventi è stato ucciso con un colpo di pistola di piccolo calibro sparatogli all’altezza dell’addome. (Giornale di Sicilia)

Su altri media

In una casa a due piani è stato ucciso il proprietario dell'abitazione, Roberto Mottura (nella foto), 50 anni tra pochi giorni, architetto e grande appassionato di ciclismo. Ha scoperto i banditi in casa, entrati da una finestra, e ha tentato di fermarli: questi, per guadagnarsi la fuga, hanno sparato. (TorinoSud)

Architetto ucciso, il padre: "Nulla da rubare in quella casa, non me lo spiego: è il dolore più grande" di Carlotta Rocci. Attilio Mottura, padre di Roberto, la vittima (ansa). Attilio Mottura: "Ci ha chiamato mia nuora alle 4: diceva che Roberto era caduto, che c'era stato un furto. (La Repubblica)

L'architetto di 50 anni è stato colpito al basso ventre mentre cercava di bloccare i malviventi, forse due, poi scappati dalla villetta di Piossasco senza rubare nulla. Inutili, purtroppo, i tentativi di rianimare l'architetto con un massaggio cardiaco da parte dei sanitari del 118 allertati dalla moglie di Mottura. (Today.it)

OMICIDIO PIOSSASCO - Sorprende i ladri in casa e viene ucciso: posti di blocco in tutta la provincia per fermare gli assassini

Ora è caccia ai due ladri diventati assassini. Si chiamava Roberto Mottura e viveva nella villetta, nella zona collinare del paese, con la moglie e il figlio tredicenne. (La Repubblica)

L’uomo – raccontano gli investigatori – ha deciso di affrontare da solo gli intrusi: si è trovato davanti due persone ancora da identificare. Per entrare, i ladri che a Torino avrebbero già messo a segno più di un colpo hanno divelto una finestra per poi rompere il vetro. (Leggilo.org)

Leggi anche: Il racconto di Giovanni, il gioielliere rapinato: “Mi hanno sparato a freddo, cercavano la cassaforte” Massimiliano Peggio Massimiliano Peggio. A dare l'allarme la moglie. Leggi anche: Sembra un film l’assalto al gioielliere: gli sbarrano la strada nel traffico con i fucili a pompa Massimiliano Peggio Massimiliano Peggio. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr