"Un trucco per dare agli Oss più compiti e responsabilità senza però alcun adeguamento contrattuale"

Un trucco per dare agli Oss più compiti e responsabilità senza però alcun adeguamento contrattuale
RovigoInDiretta.it SALUTE

"Su questo è stato chiaro anche il nostro nuovo segretario generale Mario Ragno, appena eletto alla guida della Uil Fpl del Veneto" prosegue Volpe.

"Un trucco da prestigiatori per dare agli Oss maggiori oneri ma nessun onore in più, ovvero più compiti e responsabilità senza però alcun adeguamento contrattuale.

I bisogni però restano e allora cosa fa la Regione Veneto?

Rispolvera una vecchia idea datata 2003/2004: la formazione complementare agli Oss per dar loro maggiori competenze e quindi sostituire in parte il bisogno infermieristico

Lo sottolinea Luana Volpe, della Uil Fpl di Rovigo (RovigoInDiretta.it)

La notizia riportata su altri giornali

Pubblicità. x. L’autolesionismo è una problematica molto presente nella popolazione generale adulta e soprattutto negli adolescenti. Oltre a questo, classifica l’autolesionismo in due categorie: autolesionismo senza intento suicida e autolesionismo con intento suicida. (AssoCareNews.it)

L’Anguilla caratterizza da anni la pesca del Polesine perché trova nel Delta del Po il suo habitat ideale ed è per questo classificata tra i prodotti agroalimentari tradizionali. Alla scoperta del patrimonio idraulico locale è collegata la riscoperta di antiche tradizioni legate alla pesca. (pesceinrete.com)

E’ polemica anche in Liguria per la possibile istituzione dei Super-OSS o OSS con Formazione Complementare (OSSS o OSS-FC), figure deputate a fare quello che fanno gli Infermieri, in barba a qualsiasi norma e a dispetto dell’incolumità dell’Assistito. (AssoCareNews.it)

In provincia Case di riposo: non bloccare la proposta che affronta il problema della carenza di infermieri

Io sono un infermiere di un nosocomio della provincia di Salerno e mi sto recando in ufficio postale. Inoltro una mia prima esperienza di somministrazione di vaccini anticovid2, se potete pubblicarla ne sono felice. (Nurse Times)

Buongiorno Direttore,. sono una OSS e lavoro in Hospice gestito da un’associazione privata quindi un contratto tipico delle residenze sanitarie assistenziali. Di lavorare in un reparto Hospice lo scelto io volevo lavorare ha contattato con i malati terminali. (AssoCareNews.it)

L’approvazione della delibera ha scatenato reazioni veementi da parte del Coordinamento degli Ordini delle professioni infermieristiche della Regione Veneto e delle organizzazioni sindacali. Anzi – sottolineano – lo stesso intervento previsto dalla delibera 305 non sarà assolutamente sufficiente a coprire per intero la fuoriuscita degli infermieri dalle case di riposo, ma si tratta di una boccata d’aria comunque irrinunciabile (L'Amico del Popolo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr