Bonus ricapitalizzazione, determinazione dei ricavi e della riduzione del fatturato in presenza di conferimento

Bonus ricapitalizzazione, determinazione dei ricavi e della riduzione del fatturato in presenza di conferimento
Più informazioni:
InvestireOggi.it ECONOMIA

Quesito contribuente. L’Istante è una società a responsabilità limitata pone un quesito in merito all’interpretazione della misura che prevede un credito d’imposta a beneficio dei soggetti che effettuano conferimenti in denaro in esecuzione dell’aumento di capitale sociale.

In sostanza, si tratta del credito d’imposta pari al 20 per cento dell’ammontare del conferimento effettuato tra il 20 maggio e il 31 dicembre 2020, previsto dal cosiddetto “decreto rilancio”. (InvestireOggi.it)

La notizia riportata su altri giornali

36-BIS D.P.R. 600/73 - CREDITO D’IMPOSTA INVESTIMENTI ZES - ARTICOLO 5, COMMA 2, DECRETOLEGGE 20 GIUGNO 2017, N. I codici tributo istituiti sono i seguenti:. Codici tributo per versamenti ai sensi dell’articolo 36-bis del D. (Money.it)

Con riferimento al credito d’imposta per il rafforzamento patrimoniale, di cui all’art. 26 del Decreto Rilancio, in caso di conferimento occorre considerare i valori riferibili all'azienda oggetto di trasferimento sia in relazione alle modalità di determinazione della soglia massima ricavi, sia per quanto concerne il calcolo della riduzione dei ricavi. (Ipsoa)

La dichiarazione IVA 2021 va inviata a partire dal 1° febbraio e fino alla scadenza del 30 aprile, esclusivamente in via telematica. Modello IVA 2021, non ci sono particolari novità in merito alla compilazione del frontespizio. (Money.it)

Ravvedimenti Iva “post-dichiarativi” con obbligo di integrativa

Lo dice il premier Mario Draghi nella replica alla Camera. Il numero dei dissidenti M5s cresce rispetto a palazzo Madama, ma non è l’emorragia che i vertici pentastellati temevano. (Gazzetta del Sud)

Il maggior impatto della sospensione di questi versamenti è rappresentato dalla riduzione del credito annuale in misura proporzionale ai versamenti sospesi. Ai fini delle liquidazioni sospese Covid, quindi, dovranno essere qui indicate le liquidazioni rinviate nel 2020 ma versate prima dell’invio della dichiarazione (Fiscoetasse)

I versamenti tardivi. L’unica soluzione praticabile pare quindi quella di presentare una dichiarazione integrativa, facendo confluire detti importi nella colonna 3 del rigo VL30: a seguito dell’indicazione di tali versamenti verrebbe quindi autorizzato l’utilizzo del credito Iva che si palesa nel rigo VL33 (Euroconference NEWS)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr