Wall Street riparte con il Dow Jones che flirta con il mercato orso

Borse.it ECONOMIA

Il tonfo della sterlina continua a essere grande protagonista della sessione odierna, facendo paura ai mercati più della vittoria del centrodestra alle elezioni politiche italiane. Elezioni che hanno inaugurato l’era di un molto probabile Governo Meloni. Nota per aver alzato la voce, spesso, contro l’Unione europea e le sue regole, la leader di Fratelli d’Italia oggi fa la moderata, ragion per cui a essere tartassati sono più i titoli di stato UK Gilt che i BTP. (Borse.it)

Ne parlano anche altre fonti

Reuters. Banconote di sterline. 6 gennaio 2020. REUTERS/Dado Ruvic/Illustration LONDRA (Reuters) - Sterlina al minimo record, con i trader preoccupati dai nuovi piani economici del governo britannico. (Investing.com Italia)

E non solo Italia: in tutta Europa il gruppo è sceso in campo dando il proprio sostegno a numerose iniziative, attività e società sportive Elementi fondanti per Mapei sono anche il rapporto con le comunità e il sostegno allo sport e alla cultura. (Quotidiano di Ragusa)

Da quando il nuovo cancelliere britannnico Kwasi Kwarteng, ha presentato il contestato piano di riduzione delle tasse, venerdi scorso, la sterlina ha perso quasi il 5%, toccando il minimo storico sul dollaro. (Investing.com Italia)

Storicamente una tale forza del dollaro si traduce sempre in una sorta di crisi finanziaria ed economica, ha scritto in una nota riportata dalla Cnbc Michael Wilson, responsabile strategist della divisione equity di Morgan Stanley. (Finanza.com)

Il caso UK, con il governo di Liz Truss che ha annunciato il taglio delle tasse nel paese più ambizioso dagli anni ’80 e l’immediato capitombolo della sterlina e dei titoli di Stato del paese confermano una realtà inequivocabile che fa ancora fatica a essere accettata: i mercati non perdonano i regali di Stato elargiti senza tener conto dei fondamentali dell’economia. (Borse.it)

Le prime settimane del nuovo governo di Liz Truss non sembrano all’insegna della tranquillità. L’articolo di Daniele Meloni Ieri Londra si è svegliata con la notizia che sui mercati la sterlina stava crollando, dopo che già la scorsa settimana gli investitori avevano mostrato una netta sfiducia nei confronti del Growth Plan – Piano per la Crescita – presentato ai Comuni dal nuovo Cancelliere, Kwasi Kwarteng lo scorso venerdì. (Start Magazine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr