Canone Rai: nel 2023 il ritorno al passato, cosa cambia rispetto al 2022?

Canone Rai: nel 2023 il ritorno al passato, cosa cambia rispetto al 2022?
Tecnoandroid ECONOMIA

Nel caso abbiate dubbi in merito, consigliamo di consultare il sito dell’Agenzia delle Entrate, troverete tutte le informazioni del caso, con anche domande e risposte

Non perdetevi i codici sconto Amazon, li trovate gratis in esclusiva sul nostro canale Telegram ufficiale.

Il 2022 è stato l’anno della svolta, secondo quanto legiferato, infatti, si tornerà al passato, il canone Rai non verrà più addebitato in automatico nelle bollette dell’energia elettrica, ma sarà da pagare con bollettino postale, senza costi aggiuntivi, richiedendo sempre un versamento di circa 90 euro. (Tecnoandroid)

La notizia riportata su altre testate

Una delle tasse più odiate in assoluto dai contribuenti italiani insieme al Bollo Auto è il Canone RAI: se abiti in queste Regioni non sei obbligato a pagare. Ci sono casi in cui è possibile beneficiare dell’esenzione pagamento Canone Rai, ma non tutti sono al corrente. (Nanopress)

La domanda per l’esonero dal canone RAI va necessariamente presentata entro il 31 gennaio 2023 Tuttavia ci sono anche persone che possono non pagare il canone RAI pur continuando a vedere la televisione. (iLoveTrading)

Canone Rai: non paghi se fai parte di una di queste regioni, ecco quali

Regioni che possono chiedere l’esenzione. Ci sono sempre state le Regioni a Statuto Speciale che non vedono il canone RAI come un tributo nazionale La normativa vigente prevede la possibilità di beneficiare dell’esenzione dal canone Rai per le seconde case. (TecnoAndroid.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr