Vaccini a scuola, i prof esibiscono i cartelli: «Privacy tua, mors mea»

Vaccini a scuola, i prof esibiscono i cartelli: «Privacy tua, mors mea»
Telefriuli INTERNO

Seguici anche sul nostro canale Telegram o sulla nostra pagina Facebook.

Per seguire le dirette di Telefriuli, clicca il tasto LIVE in alto oppure sintonizza il tuo televisore sul canale 11 e 511 HD del digitale terrestre

Vuoi essere sempre aggiornato su tutte le news in tempo reale?

Dieci insegnanti della scuola media di Fiume Veneto oggi si sono presentati al lavoro mostrando cartelli con la scritta “Privacy tua mors mea, no omertà sì vaccino”, chiedendo che il personale del mondo della scuola venga al più presto sottoposto alla vaccinazione. (Telefriuli)

Ne parlano anche altre testate

Si entra nel vivo della campagna della vaccinazione in Umbria dove la task-force ha allestito una vera e propria macchina sanitaria capillare e in grado di somministrare il vaccino a 1880 persone al giorno. (PerugiaToday)

E in attesa che questo problema burocratico venga sbloccato nei prossimi giorni, intanto 8.600 dosi di vaccino anti-covid restano in frigo, mentre l’Ulss sta valutando di aprire altri centri vaccinazione, oltre all’annunciata collaborazione con i medici di famiglia (TgVerona)

Scuola, la “mossa epocale” di Bianchi per il ritorno in classe. Il “pronto intervento” per la scuola sarebbe davvero una mossa epocale, ma in tempi di pandemia, ogni decisione è utile per un ritorno in classe degli alunni (Oggi Scuola)

Vaccinazione anti Covid19 nel mondo della scuola, “Confusione e nessuna informazione univoca sulle procedure”

Il Premier italiano vuole che gli studenti tornino quanto prima in classe per restarci. Draghi ha le idee chiare sulla scuola, tutti in classe: si studia il piano. (Oggi Scuola)

Abbiamo ad esempio chiesto l’utilizzo delle mascheriche Ffp2 e l’assessorato aveva assicurato di provvedere invece ci confrontiamo sempre con strumenti ormai certificato come inadeguati” Il link dell’assessorato regionale alla Salute utile per “la pre-adesione vaccino COVID-19” era stato diffuso, tramite i social network ma dopo la prima fase di operatività è sparito. (MessinaToday)

“Incertezza e confusione – prosegue Lo Re – in periodo di pandemia sono ancora più dannosi, per questo chiediamo informazioni chiare Sulla stessa lunghezza d’onda Loredana Lo Re, coordinatrice regionale Federazione Gilda-Unams Sicilia, in seguito alle notizie su un form di pre-adesione per la vaccinazione del personale della scuola poi bloccato. (BlogSicilia.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr