Attenzione alle pensioni: perché cambiano gli assegni

ilGiornale.it ECONOMIA

Lo stesso avviene, ma al contrario, quando ci sono somme a debito, del contribuente nei confronti dell’Amministrazione finanziaria, attraverso un conguaglio automatico su busta paga o pensione.

In pratica, qualora dalla presentazione del modello dovesse risultare un importo a debito, sarà il Fisco a recuperare quanto dovuto rifacendosi direttamente sulla pensione.

Come anticipato, se il Caf invia la dichiarazione entro il mese di luglio, il rimborso 730 potrebbe essere ricevuto anche con pensione di agosto 2021. (ilGiornale.it)

Su altri media

La scelta dell’esecutivo, suggerita da ampi settori della maggioranza, rientra nel quadro della politica di alleggerimento degli obblighi fiscali che si è resa necessaria a causa dell’emergenza Covid. Più tempo per presentare il modello 730. (ilmattino.it)

Nel modello 730 entra quindi anche il recupero del bonus Irpef non erogato dal datore di lavoro. Bonus 80 e 100 euro nel modello 730/2021: due campi diversi per il recupero. Si dividono le strade per il recupero delle somme spettanti. (Money.it)

La decisione al vaglio del Governo potrebbe aiutare i circa 18 milioni di contribuenti che sono tenuti a presentarlo ai Caf e alleggerire il lavoro dei patronati stessi. Cosa cambia quest’anno nel modello 730 tra bonus e rimborsi Irpef. (QuiFinanza)

In sede di conversione del Decreto Sostegni bis è sorta una discussione su possibili rinvii delle scadenze fiscali, a partire da giugno. Vediamo, dunque, quali scadenze fiscali subiranno una nuova proroga a settembre e chi se ne avvantaggerà. (Proiezioni di Borsa)

Scadenze fiscali: versamento delle imposte. Il Governo sta dunque ragionando sul come comportarsi con la prossima scadenza relativa al versamento delle imposte (Irpef, Ires. Scadenze fiscali: il 10 settembre per gli indennizzi alle imprese. (LeggiOggi.it - Tutto su fisco, welfare, pensioni, lavoro e concorsi)

Nel frattempo, la Commissione europea ha manifestato all’Italia le sue indicazioni di larga massima, da considerare nel progetto di riforma fiscale. Qualunque opzione riformatrice non può però prescindere dalla semplificazione della legislazione fiscale, effettiva e concreta, tale da favorire realmente la compliance fiscale da parte dei contribuenti ed avviare comportamenti virtuosi dell’amministrazione finanziaria. (Ipsoa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr